Concorso presepi a Conegliano, premiata l'opera dedicata alla violenza sulle donne

Venerdì 25 gennaio al gruppo di auto mutuo aiuto “Donne con le donne” è stato assegnato il secondo premio del concorso “Il presepe più bello” per la categoria associazioni

Il presepe premiato

Il presepe con al centro anche il tema della violenza sulle donne è stato premiato, venerdì 25 gennaio, dal Comune di Conegliano. Per il concorso “Il presepe più bello”, questa singolare Natività voluta dal gruppo di auto mutuo aiuto “Donne con le donne” ed esposta a Casa Fenzi si è aggiudicata il secondo premio per la categoria associazioni. Questo riconoscimento mette così nuovamente in evidenza l’importanza del messaggio lanciato da questa Natività. «Il presepe – ricorda Tiziana Zanette, una delle facilitatrici del gruppo – propone il doloroso tema del femminicidio, ponendo al centro la donna succube di un amore deviato e di una violenza spacciata per amore. Il presepe, che include naturalmente anche la Natività, è stato realizzato in una casa delle bambole, perché la maggior parte dei femminicidi avviene tra le mura domestiche». E proprio per la sua singolarità e per il suo alto valore, la commissione presieduta da Debora Basei e il sindaco di Conegliano Fabio Chies hanno voluto assegnare il secondo premio al gruppo “Donne con le donne”. Il presepe è stato realizzato da tre ragazzi – Francesco, Riccardo e Filippo - della Fondazione Villa Maraini di Roma (che è l’Agenzia nazionale per la tossicodipendenza della Croce Rossa Italiana).

IL GRUPPO A.M.A. “Donne con le donne” nasce tre anni fa grazie al sostegno del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della Sinistra Piave e fin da subito inizia ad operare sul territorio in sinergia con le istituzioni, e in particolare entra nella rete di azioni sostenute dal Tavolo tecnico inter-istituzionale sulla violenza domestica e lo stalking promosso dall’Ulss 2 e dal Comitato dei sindaci del distretto pievigino dell’azienda sanitaria. Il gruppo di auto mutuo aiuto offre una risposta gratuita, e non medicalizzata, a chi necessita sostegno attraverso la condivisione tra pari, cioè tra donne vittime di violenza o stalking, di un problema condiviso. «La donna che sceglie il sostegno del gruppo cerca di recuperare la propria storia raccontando il suo vissuto di violenza ad altre donne che hanno vissuto una esperienza simile – testimonia Zanette -. L’emozione nel raccontare porta la donna a liberarsi di quell’angoscia di violenza che ha trattenuto per molto tempo e, dopo vari incontri, questa emozione si trasforma e porta a intraprendere un cammino più sereno e consapevole».

Il gruppo “Donne con le donne” si incontra ogni mercoledì, dalle 18 alle 19.30, nella sala riunioni del Museo d’arte bambina a Casa Fenzi, in viale Spellanzon 62 a Conegliano. Il gruppo può essere contattato al 3667299415 (segreteria sempre attiva) e al 347 7115638, oppure via email a info@donneconledonne.it. Tutti i dettagli su www.donneconledonne.it.

Presepe2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Gravissimo scontro tra uno scooter e un'auto: 24enne muore tra le braccia del fidanzato

  • Si schianta con l'auto poco distante da casa: morto un padre di famiglia

  • L'uscita domenicale in bici finisce in tragedia: morto un ciclista investito da un'auto

  • Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

  • Frontale drammatico nella notte a Noventa di Piave: morti tre ventenni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento