Da Portobuffolè a Caorle in kayak: l'incredibile viaggio di un gruppo di amici

Un'avventura attraverso un tragitto di 80 chilometri percorsi a suon di pagaiate lungo le rive del fiume Livenza. Per il secondo anno consecutivo, 21 amici sono riusciti nell'impresa

PORTOBUFFOLE' Due giorni di navigazione per percorrere, a bordo di alcuni kayak, il tragitto fluviale che collega il comune di Portobuffolè a quello di Caorle. E' questa l'avventura che i giovani Giuliano Crosato e German Grasgruber hanno organizzato (in collaborazione con Alessio Moretto, Francesco Panella e Loris Visentin) per il secondo anno consecutivo, coinvolgendo un gruppo di 21 persone provenienti da tutte le province del Veneto, con lo scopo di remare in compagnia fino al mare.

A darne notizia è il quotidiano "Oggi Treviso" che ha raccontato le varie tappe di quest'avventura. Il gruppo è partito dal Pra’ de Gai a Portobuffolé e da lì si è spostato a remi fino a Meduna, dove c'è stato il primo pranzo di gruppo. Con il calar della sera, la comitiva è stata ospitata a Sant’Anastasio di Cessalto dove, grazie alla disponibilità della proloco, ha trascorso la notte. La mattina seguente il gruppo è ripartito, sostando a La Salute di Livenza e arrivando verso le 18.30 a Caorle dopo 78 km di pagaiate. Un'escursione divertente che ha lasciato pienamente soddisfatti tutti i partecipanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

Torna su
TrevisoToday è in caricamento