Nuova vita nella casa de "La Voce del Tempo" a Erto: il merito è di un architetto trevigiano

Antonietta Bellomo, attraverso un sapiente utilizzo di moderne tecniche di restauro e grazie al tocco estroso e ai preziosi accorgimenti estetici dati da Annamaria Nerosi, committente del progetto, ha ridato vita ad un'antica struttura del paese

TREVISO Dopo un anno dall'inizio lavori di ristrutturazione, "La Voce del Tempo" riapre la sua casa al raggingimento del suo primo traguardo con il recupero delle sue mura. Due case unite al destino del Borgo di Erto, abbandonate dal 1961 oramai inaccessibili finalmente tornano a vivere co un progetto di restauro e conservazione dei beni culturali, nel recupero del costruito storico opera dell'architetto trevigiano Antonietta Bellomo che ha già diretto numerosi progetti importanti come il restauro di Villa Carolina, la villa di Sissi a Lussino. Il restauro può essere definito emozionante grazie alla maestria dell'architetto Bellomo che tecnicamente ha saputo dare voce ad ogni pietra del passato attraverso un sapiente utilizzo di moderne tecniche di restauro e grazie al tocco estroso e ai preziosi accorgimenti estetici dati da Annamaria Nerosi, committente del progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Niente è stato lasciato al caso e tutto è stato sapientemente conservato, il tutto dove la storia si integra con l'attualità. Ogni pietra caduta, ogni cosa abbandonata ha trovato posto nella casa de "La Voce del Tempo". Vecchi ritratti, lo scaldino del letto, il carro che portava il fieno, lo sgabello della mungitura e tanti altri oggetti rinvenuti all'interno del rudere, sono stati con cura  ripuliti ed esposti per emozionare e per dare voce al passato: "Con la speranza che Erto possa ritrovare una nuova luce e possa rinascere dopo anni dal disastro. Complimenti all'architetto Antonietta Bellomo e ad Annamaria Nerosi e a tutti coloro che hanno collaborato al progetto!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento