Castelfranco si candida a Capitale della cultura: tutti pazzi per la felpa dell'evento

Pioggia di richieste per la felpa indossata dalla consigliera leghista Grazia Azzolin che ha voluto sostenere, a modo tutto suo, la candidatura della città per l'edizione del 2022

CASTELFRANCO VENETO Dopo essere arrivati a un passo dalla conquista del titolo di Capitale italiana della cultura 2020, Treviso e la sua provincia non si sono date certo per vinte, anzi. A dimostrare la voglia dei trevigiani di vedere una città della Marca sul trono culturale italiano ci hanno pensato, nelle scorse ore, i cittadini di Castelfranco Veneto che hanno avviato l'iter per nominare lo splendido centro castellano a Capitale italiana della cultura 2022.

Dopo l’annuncio ufficiale da parte dell’amministrazione comunale che ha affidato al dirigente del settore Cultura, Paolo Marsiglio, l’incarico di predisporre un piano di fattibilità per la candidatura, in città è comparsa una felpa indossata dalla consigliera della Lega Nord e presidente della Commissione cultura, Grazia Azzolin. La felpa recita: “Castelfranco Capitale italiana della Cultura… 2021, 2022, 2023…Importante è crederci!” per dare ancora più valore alla candidatura “che non ha una scadenza temporale ma un valore reale”. E da lì sono iniziate a fioccare richieste di acquisto di felpe da parte di cittadini interessati evidentemente a sostenere questo progetto per la loro città e il territorio collegato. Un successo tanto inaspettato quanto sorprendente che, speriamo, possa presto concretizzarsi in una reale candidatura di Castelfranco in vista del 2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento