Presentato a Monastier il Festival delle Abbazie 2019

Monastier, Nervesa e Vidor unite in una rassegna di spettacoli unici all'insegna della cultura. Svelato il programma ufficiale della nuova edizione in scena dal 21 al 26 giugno

Dal 21 giugno al 26 luglio andrà in scena presso le abbazie millenarie di Vidor, Nervesa della Battaglia e Monastier di Treviso la seconda edizione del Festival delle Abbazie.

Il festival è organizzato dall’associazione culturale Fiera Libre con la collaborazione ed il patrocinio delle amministrazioni comunali di Monastier di Treviso, Nervesa della Battaglia e Vidor, e grazie al supporto di Arper, rinomato brand di sedute e tavoli per privati, contractor e per la collettività. La manifestazione prende le mosse dalla quindicennale esperienza della rassegna “Concerti in Abbazia”, che dal 2004 ha portato grandi artisti internazionali del jazz nella suggestiva cornice dell’ex abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier di Treviso. Da quando, nel 2017, l’amministrazione di Monastier ha affidato all’associazione Fiera Libre la direzione della rassegna, il festival si è completamente rinnovato nella proposta artistica, aprendosi ad altri generi e ad altre arti, e portando gli spettacoli anche nelle abbazie benedettine di Nervesa della Battaglia e, a partire da quest’anno, di Vidor.

Qui sotto l'intervista a Ricky Bizzarro di Fiera Libre

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il programma

Il Festival delle Abbazie 2019 si articolerà in cinque esperienze uniche ed irripetibili, accomunate dal comune tema “Parole in Azione”:
- “Cantattore”, di e con Giulio Casale, aprirà la rassegna il 21 giugno all'abbazia di Santa Bona a Vidor, ore 20:30
- “Digital Antica”, polifonia e arte digitale a cura del coro Kalicantus e di Vincenzo Marsiglia sarà il secondo spettacolo in programma il 29 giugno all'ex abbazia di Sant’Eustachio a Nervesa della Battaglia, ore 16
- “Eroi”, di e con Andrea Pennacchi, con Sergio Marchesini e Giorgio Gobbo il 13 luglio, ex abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier
- “Le cose che succedono di notte”, di e con Tiziano Scarpa e Debora Petrina, il 19 luglio all'ex abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier, ore 21
- “Racconti di velluto: New York, Andy Warhol e i Velvet Underground” spettacolo originale di Mario Nardo e Ricky Bizzarro, con Mario Nardo, Samantha Silvestri e The Shiny Boots in prima nazionale sarà invece lo spettacolo che chiuderà la rassegna il 26 luglio, all'ex abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier, ore 21.

«Il Festival delle Abbazie cresce ad ogni edizione, grazie alla disponibilità e al sostegno delle amministrazioni comunali, che hanno compreso e condiviso gli obiettivi della rassegna così rinnovata – sottolinea Ricky Bizzarro, presidente dell’Associazione Fiera Libre – siamo partiti da Monastier, l’anno scorso abbiamo coinvolto Nervesa, quest’anno si aggiunge Vidor. Ora le abbazie sono le vere protagoniste del festival, con i loro scenari sbalorditivi, un patrimonio di storia e cultura comune a tutto il nostro territorio. Gli spettacoli che scegliamo intendono valorizzare ed esaltare questi luoghi straordinari, che rischiano altrimenti di rimanere sconosciuti al grande pubblico. Ecco perché faremo due spettacoli all’alba ed uno al tramonto: saranno di volta in volta esperienze uniche ed emozionanti, di quelle che faranno dire agli spettatori “io c’ero”. Penso allo spettacolo di Giulio sul bastione dell’abbazia di Vidor, con alle spalle il tramonto sul Piave e sul Grappa. O all’incredibile alba a Nervesa, quando l’abbazia di Sant’Eustachio verrà “ridipinta in tempo reale” dalle creazioni del videoartista digitale Vincenzo Marsiglia. Ed imperdibili saranno anche gli appuntamenti a Monastier, tutti e tre a luglio: apriremo con lo storico spettacolo di Andrea Pennacchi “Eroi”, per la prima volta in scena all’alba. La settimana successiva avremo l’onore di ospitare il premio Strega Tiziano Scarpa, con uno spettacolo originale sulla Parola che vedrà la partecipazione di Debora Petrina, musicista dal talento sorprendente. E chiuderemo con uno spettacolo originale su Andy Warhol e la sua Factory, creato appositamente per il Festival delle Abbazie da me e da Mario Nardo, che è il direttore artistico di alcuni tra i festival più innovativi degli ultimi 10 anni». Tutti gli spettacoli saranno ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, con offerta libera e responsabile a Nervesa della Battaglia e a Monastier di Treviso. Non è prevista la prenotazione. In caso di maltempo gli spettacoli andranno in scena comunque: a Nervesa presso la chiesa di San Nicolò, a Vidor presso la cappella privata dell’abbazia, a Monastier nei locali del plesso dell’Abbazia di proprietà del conte Ninni Riva. Fuori cartellone, è previsto un appuntamento-preview del Festival delle Abbazie: il 14 giugno andrà in scena a Monastier il concerto-spettacolo “Micromega” di Ottodix, ispirato alla cosmologia e a Voltaire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento