Sui muri di Treviso spunta un nuovo murales con le sagome di Kenny Random

Le sagome nere degli innamorati, marchio di fabbrica del celebre street artist padovano, sono comparse nelle vicinanze del ristorante Maison du Poisson, in zona tribunale a Treviso

Il murales comparso nelle scorse ore a Treviso (credit avv. Cristian Cremasco)

"Chi ama non dorme..." è il titolo del romantico murales che ritrae due sagome nere che si baciano in piedi, travolte dalla passione. A dipingerle sui muri di via Manin a Padova era stato, due anni fa, lo street artist Kenny Random, pseudonimo di Andrea Coppo, artista e writer padovano attivo già dalla fine degli Anni Ottanta.

Nelle scorse ore il celebre murale è stato replicato, in maniera praticamente identica, anche sulle pareti di un edificio di Treviso, nelle vicinanze del tribunale. Molti passanti si sono accorti con grande stupore dell'opera di street art apparsa nella zona del ristorante Maison du Poisson, in via Giuseppe Verdi. Impossibile dire con certezza se il murale sia stato realizzato da Kenny Random in persona. L'opera ritrae un bacio tra due amanti. Ad osservarli c'è anche un uccellino mentre l'aria si porta via rossi petali di rosa a forma di cuore. Il disegno e lo stile sembrerebbero proprio quelli dell'artista padovano ma la mancanza della firma e il suo silenzio sui social lasciano ancora qualche dubbio sull'autenticità del lavoro. In poche ore l'immagine dell'opera ha già iniziato a fare il giro dei social ottenendo decine di condivisioni e apprezzamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attivo dalla fine degli Anni 80, Andrea Coppo è un artista poliedrico conosciuto soprattutto nel padovano per i suoi graffiti che, nel corso degli anni, sono comparsi sia nell'area industriale che nel centro storico di Padova e possono talmente considerarsi parte della città che in alcuni casi si è scelto di preservarli durante i lavori di ristrutturazione degli edifici. Nel 2011 un suo quadro è stato acquistato addirittura dal magnate russo Roman Abramovič. A Treviso però non erano ancora comparsi suoi murales e, se la sua firma dovesse essere confermata, l'opera comparsa nelle scorse ore potrebbe diventare presto un vero e proprio simbolo d'arte urbana per il capoluogo di Marca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento