"Italia amore mio": un ragazzo trevigiano risponde alla lettera di Valeria Genova

Il trevigiano Gian Marco Scilla ha voluto replicare, nelle scorse ore, alla lettera d'amore per Napoli che ha spopolato sui social. Senza voler fare polemiche, questo è il suo pensiero

TREVISO Il successo di "Napoli amore mio", la lettera che la trevigiana Valeria Genova aveva scritto alcuni giorni fa prima di abbandonare la città partenopea in cui aveva vissuto per due anni, ha riscosso in questi giorni un successo nazionale a dir poco clamoroso. Tutto era nato da un semplice post pubblicato su Facebook che invitava i lettori a superare pregiudizi e stereotipi per imparare ad apprezzare e a valorizzare la bellezza di ogni luogo, che nel suo caso era la città di Napoli.

In molti hanno letto e commentato lo scritto di Valeria. Tra questi c'è anche il trevigiano Gian Marco Scilla che, rimasto particolarmente colpito dalle parole del post della trevigiana ha voluto commentare questo incredibile fenomeno social con un'altra lettera di risposta, scrivendo quelli che per lui sono gli aspetti da valorizzare di più quando si vive e si arriva in un luogo. Un inno dedicato non a una sola città, ma a un Paese intero, l'Italia, pieno di tesori e tradizioni di cui essere orgogliosi, senza dimenticare la terra d'origine da cui ognuno di noi proviene. Queste le parole che Scilla ha pubblicato sui social nelle scorse ore:

OK ora mi sfogo e farò il post più lungo della mia vita!
Premetto carissimi che io amo il SUD, tantissimo, e trascorrerò le mie vacanze "giù" perchè lo AMO veramente alla follia! Altro che paradisi tropicali! Lo stivale è tutto un paradiso dalle vette della Valle D'Aosta alla punta estrema della Sicilia!! Una terra unica al mondo!! Culla della civiltà moderna!! Amo i meridionali e la loro terra solare, Napoli in particolare, ed ho centinaia di amici e parenti "terroni" con cui posso anche permettermi l'utilizzo ironico del termine. Persone uniche e meravigliose!! Un cuore immenso come giustamente scrive Valeria! Ma ancor di più AMO l'Italia TUTTA e amo la mia terra in particolare. Ci sono nato, cresciuto e mi ha forgiato. Una ragazza che scrive a noi che siamo polentoni, che abbiamo pregiudizi, che in Veneto un messaggio d'amore non sarebbe stato condiviso da così tanti, che ama più Napoli che Venezia... Beh Valeria secondo me non ha ancora capito molte cose! Il Veneto, come Napoli, come tutto il SUD è terra fantastica! Dalla perla di Cortina, alla straordinaria e unica Venezia, dalla strepitosa Verona alla formidabile Padova, dal tiramisù (tema attualissimo in questi giorni nel trevigiano), all'Arena, dal Garda alle Dolomiti, da Casanova al Valpolicella, dal Prosecco alla rocca d'Asolo, dal delta del Po al Palladio e perdonate questi sbalzi casuali ma non saprei veramente come mettere ordine! UN TRIPUDIO DI BELLEZZA ma non solo!!! Anche e soprattutto delle persone fantastiche!!! Forse un po' più introverse certo, ma straordinarie!!!! Grandissimi devoti al lavoro, all'impresa, alle radici, alla cultura, al sacrificio, alla solidarietà e grandissimi anche nell'ospitalità!!! Prima di tutto siamo tutti Italiani non polentoni o terroni carissima Valeria!! Non ci sono superiori o inferiori!! Forse hai parlato a nome di troppe persone facendo di tutta l'erba un fascio... E l'Italia è tutta formidabile, TUTTA! Forse serviva solo che TU fossi diversa qua al NORD e forse dovevi calarti nei valori delle realtà perchè ricorda amica mia: "Un vero viaggio di scoperta non è cercare nuove terre, ma avere nuovi occhi". (M. Proust)
EVVIVA IL VENETO, EVVIVA IL MERIDIONE ED EVVIVA L'ITALIA TUTTA!!!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento