Libri in cantina da record: oltre 13mila presenze in due giorni

La diciassettesima edizione chiude con un bilancio sorprendente. Tantissime persone hanno affollato nel weekend gli spazi del castello di San Salvatore. Organizzatori entusiasti

Edizione record per Libri in Cantina, il festival della piccola e media editoria di Susegana: oltre 13mila presenze stimate nei due giorni della mostra mercato che ha animato il Castello San Salvatore e il suo scenografico borgo, con un lusinghiero sold out nelle sale che hanno ospitato una cinquantina di incontri, dialoghi, presentazioni editoriali e reading legati alle pubblicazioni e alla novità di stagione delle case editrici ospiti, ma anche a un prestigioso cartellone con grandi protagonisti legati alla letteratura, all’economia, all’attualità del nostro tempo.

lic2008_04-2

Le presenze di pubblico sono praticamente raddoppiate rispetto a quelle precedenti, sottolineando così il successo di tante proposte, dagli incontri con Lidia Ravera, Edoardo Becchetti e Paolo Crepet al reading che sabato sera ha visto protagoniste le attrici Marina Massironi e Nicoletta Fabbri. «È stata un'edizione strepitosa in termini di partecipazione ed entusiasmo – ha osservato il sindaco di Susegana, Vincenza Scarpa -  Il pubblico ha molto apprezzato il tema "Rinascite" perché è alla ricerca di segnali di positività. Manifestazioni come questa fanno capire quanto la cultura sia indispensabile nel nostro Bel Paese, perchè aiuta a leggerne la bellezza ma anche perché diventa volano fondamentale per l'economia del territorio, quindi del paese. Quanto si investe in cultura ritorna raddoppiato sul territorio. Non dimentichiamo che ci troviamo nelle colline del Prosecco, recentemente dichiarato patrimonio Unesco». Molte location fra il centro storico e l'incantevole castello San Salvatore hanno fatto da sfondo ai tanti appuntamenti. Soddisfatta anche Emanuela Cananzi, da quest'anno  direttrice artistica della manifestazione: «Una proposta tematica, quella delle "Rinascite" – ha dichiarato - ben rappresentata dall'incontro di Andrea degli Innocenti, fondatore di 'Italia che cambia", che testimonia l’importanza di offrire ai cittadini  spazi di confronto e contesti nei quali mettere in luce anche le buone pratiche, che diventano megafoni di realtà esistenti e preziose da conoscere. Uno stimolo per l'Italia creativa, solidale, capace di dare avvio a iniziative sociali, economiche, culturali mettendosi in rete. Ogni rinascita è personale, l'essenziale è cambiare prospettiva, aprendosi e condividendo». Grande successo di pubblico anche per la lezione di Leonardo Becchetti, che ha insistito sul potere che ciascuno ha nelle proprie mani: il portafogli. Il noto economista ha parlato del ruolo rappresentato da ogni acquisto. La consapevolezza di questo potere è indispensabile per orientare le scelte. Promosso dal Comune di Susegana e curato dall’associazione Inarteventi per la direzione artistica di Emanuela Cananzi, il Festival “Libri in cantina” si è rivolto a lettori di ogni età, alle famiglie, ai giovani e giovanissimi, con proposte e laboratori di grande coinvolgimento, come la macchina alata di Leonardo nel centro città, e la mostra di Archeosusegana dedicata alla “rinascita” del territorio veneto dopo il disastroso passaggio del Vaia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento