Marco Goldin torna a Treviso per presentare la sua nuova mostra dedicata a Van Gogh

Il 28 settembre, all'auditorium Appiani, il celebre curatore terrà una conferenza di presentazione dedicata all'attesa mostra su Vincent Van Gogh, in programma a Vicenza dal 7 ottobre

TREVISO La notizia è di quelle destinate a far discutere: il curatore Marco Goldin ha deciso di tornare a Treviso dopo essersene allontanato nei mesi scorsi, preferendo la basilica palladiana di Vicenza come location per la sua nuova mostra dedicata al genio pittorico di Vincent Van Gogh.

Dopo il clamoroso successo ottenuto con gli impressionisti al Museo di Santa Caterina, anche la nuova esposizione, curata dalla goldiniana Linea d'ombra, sta per aprire i battenti con cifre da capogiro: ottantamila le prenotazioni già effettuate a tre settimane dall'apertura (circa duemila nuove ogni giorno). Un numero destinato ad aumentare prima del 7 ottobre, data ufficiale dell'inaugurazione. Nella speranza di raggiungere i centomila biglietti prenotati, ancor prima di aprire i battenti della mostra, Goldin ha deciso di presentare al pubblico l'esposizione vicentina nel corso di quattro serate a ingresso gratuito nelle principali città venete. Ultima tappa del mini-tour che partirà da Vicenza il 25 settembre, sarà proprio Treviso, città natale di Goldin e luogo che nel corso degli anni ha saputo regalargli gloria e successi in numerose occasioni. Molti trevigiani si aspettavano che il curatore continuasse il successo ottenuto con gli impressionisti, sfruttando uno dei tanti musei trevigiani per allestire la sua nuova e titanica esposizione, composta da ben 129 opere (43 dipinti e 86 disegni), la più grande mai realizzata finora in Italia su Van Gogh. Così non è stato e con la scelta di Vicenza è sfumata la possibilità di avere un nuovo afflusso record di visitatori nel capoluogo della Marca. Il curatore resta però sempre molto legato alla sua terra d'origine e per questo motivo il 28 settembre, all'Auditorium Appiani, ha deciso di chiudere il piccolo tour di presentazione in cui, non solo racconterà al pubblico curiosità e dettagli in anteprima sulla mostra vicentina, ma coglierà l'occasione per proiettare anche il suo nuovo film documentario dal titolo: Van Gogh. Storia di una vita, appositamente creato dallo stesso curatore per raccontare la vita e l'opera dell'artista olandese. Il film gode del sostegno di Segafredo Zanetti, tra l'altro main sponsor pure della mostra in Basilica Palladiana.

Il film sarà proiettato, dopo queste quattro speciali anteprime, in una vera e propria sala cinema, studiata in ogni dettaglio tecnico e funzionale, all'interno della Basilica Palladiana, come ultima, grande stanza alla fine del percorso espositivo della mostra. "Nei mesi scorsi" dichiara Goldin "ho lavorato intensamente, con diverse collaborazioni che mi hanno supportato, alla realizzazione di quello che doveva essere, nei miei piani iniziali, soltanto un breve documentario sulla vita di Van Gogh, da proiettare in Basilica Palladiana come introduzione alla grande mostra. Nel corso delle settimane di riprese nei suoi luoghi in Provenza e a Auvers-sur-Oise dove si è suicidato, mi sono però reso conto che i materiali che avevamo a disposizione erano sempre più consistenti e, mi sembrava, interessanti per il pubblico. A quel punto ho preso la decisione di dar luce a un vero e proprio film documentario, della durata di un'ora. Sarà un modo diverso per congedarsi da una figura così penetrante non solo nella storia dell'arte ma nella storia stessa dell'umanità". La presentazione di Treviso inizierà alle ore 20.30 di giovedì 28 settembre, all'auditorium Appiani. L'ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento