Wildroads, un viaggio di 15mila km in giro per l'Europa

L'avventura di Chiara, di Maserada sul Piave, e Marco comincerà il prossimo 15 giugno: hanno creato il sito A Road To Live, un blog in cui condividono il loro stile di vita, esperienze e progetti di solidarietà

MASERADA SUL PIAVE Chiara e Marco sono due giovani ragazzi che da poco tempo fanno parte di WWF YOUNG. Manifestano un grande amore verso la natura, la fotografia e con un punto di vista alternativo sul viaggio. Curano le loro abilità personali per creare assieme qualcosa di differente: Chiara svolge la parte creativa ed artistica, invece Marco la parte organizzativa e tecnologica. Hanno creato il sito A Road To Live, un blog in cui condividono il loro stile di vita, esperienze e progetti di solidarietà. L’idea di viaggio per Chiara e Marco è molto semplice, ovvero vivere con lo stretto necessario, senza sprechi e senza cose inutili. Considerando ogni particolare della vita e della natura non scontata. Sottolineano che nulla è banale, come ad esempio l’acqua, una risorsa che spesso viene sperperata. Nell’Estate 2017 hanno realizzato un viaggio in bicicletta, che come dice il titolo del progetto è partito “Dal Piave ai Sibillini”. Hanno raccolto fondi per le vittime colpite dal terremoto del 26 Ottobre 2016 in centro Italia, grazie alla creazione di acchiappasogni fatti a mano da loro stessi. È stato piccolo aiuto ma ha dimostrato che ognuno di noi può fare qualcosa di grande per gli altri, è diventato un gesto di unione e fratellanza, un gesto di solidarietà.

Dunque, ora non si vogliono fermare: il 15 Giugno partiranno per il prossimo viaggio attraversando diversi paesi dell’Europa in van. Il viaggio durerà ben un anno. Ma tratteranno di un ambito diverso rispetto allo scorso viaggio. A distanza di pochi mesi della morte dell’ultimo esemplare maschio di Rinoceronte settentrionale bianco e dal sensibile mutamento climatico, vogliono lanciare un nuovo progetto che riguarda la raccolta di testimonianze e riflessioni sul tema della convivenza con i grandi carnivori. Oltre a questo approfondiranno il tema dei mutamenti climatici che portano la modifiche allo stile di vita abitudinario. Viaggeranno quindi a stretto contatto con le popolazioni locali, in modo particolare con allevatori e agricoltori. Raccoglieranno materiale fotografico e video come forma di sensibilizzazione e informazione, sperando di prevenire futuri squilibri, dando il loro piccolo contributo alla salvaguardia della bellezza del nostro pianeta. Il nome del progetto è “Wildroads: coesistenza tra uomini e grandi carnivori”. Come dice il nome, percorreranno strade per la maggior parte lontane da grandi città, stando a stretto contatto con la natura e le popolazioni di contadini e agricoltori. In questi luoghi potranno affrontare e approfondire il tema del rapporto tra uomo e grandi carnivori europei, ovvero lupo, orso, lince, gatto selvatico, lontra e ghiottone. Inoltre, potranno cogliere e raccontare modi di dire dei diversi villaggi, tecniche di adattamento e come i vari paesi colgono il sensibile mutamento climatico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 15 Giugno partiranno da Maserada sul Piave (TV) e stimano di percorrere in totale circa 15000 km. Nella prima parte del viaggio toccheranno 14 Stati Europei. Inizialmente, attraverseranno il confine italiano a Nord Est fino a raggiungere il confine Croazia/Slovenia. Successivamente verteranno verso Nord attraversando Slovenia, Austria, Slovacchia, Polonia, Estonia, Lituania, Lettonia raggiungendo attraverso un traghetto la Finlandia e toccando infine il punto più a Nord della Norvegia: Capo Nord, circa a fine Agosto. Da questo luogo scenderanno lungo tutta la Norvegia e sfiorando la Svezia. Attraverseranno lo stretto di Skagerrak, approdando in Danimarca e continueranno percorrendo tutta la Germania e Austria rientrando per i mesi più freddi nel Nord-Est Italiano. Riprenderanno la seconda parte del viaggio tra Marzo ed Aprile del 2019, che questa volta si svolgerà quasi totalmente in Italia, toccando in brevi tratti Francia e Svizzera. Partiranno dalla punta dello stivale Italiano e attraverseranno 17 regioni italiane e la maggior parte dei parchi nazionali e regionali, percorrendo tutta la dorsale appenninica dalla Calabbria fino alla Liguria per poi iniziare tutta la corona delle Alpi, fino ad arrivare a Trieste. Lungo il percorso italiano organizzeranno eventi e incontri con i vari WWF YOUNG. Un viaggio on the “wildroad” sarà indimenticabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

Torna su
TrevisoToday è in caricamento