Nipponbashi Matsuri 2019: torna a Treviso il più atteso festival dal sapore orientale

Novità di quest’edizione sarà il ritorno del Matsuri Market in Piazza Indipendenza, dedicata interamente all’artigianato giapponese o di ispirazione giapponese

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il più atteso festival dal sapore orientale e che si pregia del Patrocinio del Consolato Generale del Giappone di Milano e del Comune di Treviso. Novità di quest’edizione sarà il ritorno del Matsuri Market in Piazza Indipendenza, dedicata interamente all’artigianato giapponese o di ispirazione giapponese. Tutti gli stand dedicati al Food & Drink e i Workshop restano, come di consueto, in Via san Nicolò, ospitati da Ikiya, l’Angolo di Giappone di Treviso, e da PAPERMEDIA, laboratorio di legatoria artigianale, organizzatori ufficiali del Matsuri.

Ikiya, per l’occasione, si presenterà al pubblico in un nuovo stile, completamente rinnovato, e che unisce cultura giapponese e artigianato italiano, in un connubio unico e speciale. Il termine Matsuri indica le tipiche feste che si svolgono, principalmente in estate, in tutte le città del Giappone coinvolgendo attivamente gli abitanti in attività folcloristiche spettacolari. Tra artigiani, artisti di strada, spettacoli e sfilate i Giapponesi celebrano così, fin dai tempi più lontani, miti e leggende di grande fascino. Ogni festa prevede un evento centrale che, nel caso del Matsuri trevigiano, è la famosa Marcia dei Cento Spettri o Hyakki Yagyou che dal 2015 riscuote sempre più consensi e adesioni di appassionati e curiosi. Tra i laboratori in programma, per i quali è richiesta l’iscrizione dati i posti limitati, segnaliamo:

-TSUMAMI KANZASHI: una particolare tecnica di lavorazione della stoffa che permette di creare piccoli accessori-capolavoro da indossare, a cura di Veronica Piccolo di Momo Kanzashi (sabato 29 giugno, ore 15)
-FUROSHIKI: tecnica che permette di creare graziosi pacchetti regalo o borsette con bellissime stoffe giapponesi, a cura di Ingrid di PAPERMEDIA (domenica 30 giugno, ore 12)
-KINTSUGI: l'arte di riparare con l'oro oggetti che sono stati rotti e dar loro nuova vita, a cura della bravissima Chiara Lorenzetti di Chiarartè (domenica 30 giugno, ore 15)
-CERIMONIA DEL TE': dimostrazione con degustazione guidata di una delle più antiche arti giapponesi, diretta dalla Maestra Wakita di Chanoyu Vicenza (domenica 30 giugno, ore 15)
-WATOJI: storia e laboratorio di legatoria giapponese (domenica 30 giugno, ore 17), sempre a cura di Ingrid di PAPERMEDIA

Attesissimo il Toro Nagashi, il lancio delle lanterne sull'acqua, che avrà luogo domenica 30 giugno alle 22.00, nella splendida cornice offerta dai Buranelli a Treviso. Protagoniste dell’evento saranno 100 lanterne create a mano da Marco Bottino, in arte “L’Apprendista”, che realizza artigianato tradizionale e materiali di scena. Totalmente biodegradabili, tutte le lanterne dopo il lancio verranno lasciate scorrere sul fiume Botteniga. Si conclude in questo modo il weekend di eventi dal tema nipponico che ogni anno coinvolge i cittadini di Treviso ma attira visitatori e curiosi da tutta la provincia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento