Dalla Sicilia a Treviso per amore: le bellezze della città conquistano due innamorati

Sta facendo il giro del Web un'ode poetica alla città di Treviso scritta da una blogger siciliana, arrivata nella Marca per seguire l'uomo di cui si era perdutamente innamorata

TREVISO Lasciare la propria terra d'origine non è certo una decisione semplice, ma la bellezza di una città come Treviso ha saputo conquistare il cuore di chi ha deciso di stravolgere la propria vita per amore.

Deborah Santonocito è una scrittrice trentenne, nata in Sicilia, che da alcuni mesi si è trasferita nel capoluogo veneto piena di paure e molte incertezze. Cambiare vita non è stato facile, ma pur di seguire il suo fidanzato Deborah ha deciso di affrontare una città che all'inizio vedeva solo come un luogo inospitale e pieno di pregiudizi. Sono bastate poche settimane a far ricredere la ragazza che è stata letteralmente conquistata dalla bellezza di Treviso. Una città che con i suoi angoli pieni di storia e romanticismo si è guadagnata un'ode poetica pubblicata all'interno del suo blog in occasione di un momentaneo ritorno in Sicilia. Un articolo che in poco tempo ha fatto il pieno di visualizzazioni in Rete e che potete trovare e leggere a questo link. Si tratta di un saluto alla città d'acqua divenuta la nuova casa dei due innamorati. Una dichiarazione d'amore in cui si celebrano le tante tradizioni trevigiane e i molti luoghi da visitare per vivere una storia indimenticabile. Come recitava un celebre slogan: "chi vede Treviso se ne innamora", Deborah e il suo fidanzato ne sono la dimostrazione concreta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento