Dalla Marca a Marrakech in panda! Un rally per aiutare i bambini del Marocco

E' l'avventura benefica del team di Marca alla decima edizione del "Panda Raid", ovvero un rally "vecchio stile" in sette tappe, dove a vincere è la solidarietà

SAN PIETRO DI FELETTO Dalla sinistra Piave fino a Madrid per raggiungere poi, assieme ad altre 400 panda "vintage", il Marocco. E' l'avventura benefica del team di Marca alla decima edizione del "Panda Raid", ovvero un rally "vecchio stile" in sette tappe, dove a vincere è la solidarietà. Sì perchè gli oltre 400 equipaggi provenienti da tutta europa raggiungeranno diversi villaggi isolati e spesso dimenticati del Marocco, li dove ai confini con l'Algeria, i bambini non hanno nulla. La gara benefica permetterà di portare scarpe, vestiti e materiali per la scuola ai bambini marocchini.

"Nell'edizione del 2017 è stato possibile portare ben 40 chili tra magliette e quaderni. - ci spiega Roberto Bianchin, uno degli organizzatori di Panda Raid Italia - E' sempre un'emozione fortissima vedere i sorrisi di questi ragazzi che ci accolgono al nostro passaggio". Una corsa internazionale questa che nasce in Spagna ma coordinata a livello italiano dal gruppo trevigiano, il quale permetterà di percorrere all'avventura, tra bussole e cartine, i 3.500 chilometri in terra marocchina ma viaggiando con una carovana italiana di 45 "pandine" 4 per 4 in tutta sicurezza, equipaggiata anche da medici e mezzi di soccorso. Assetto rialzato e telaio rinforzato per dei mezzi semplici ma accessoriati di tende e riserve d'acqua pronte per l'attraversata del deserto marocchino. Un raid aperto a tutti dove a farlo da padrone sarà proprio la solidarietà.

Schermata 2017-11-13 alle 17.03.30-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento