Personal chef, il cuoco a domicilio arriva a Treviso

Pietro Lorenzon porta nel capoluogo di Marca il suo progetto: "L'uovo in frac". Un servizio di cucina a domicilio non solo per le occasioni speciali ma anche per i pasti di tutti i giorni

Pietro Lorenzon ai fornelli

Anche a Treviso arriva il personal chef. "L'uovo in Frac" è il progetto di Pietro Lorenzon, trevigiano doc che un anno fa ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla sua passione, la cucina.

Un servizio a domicilio di cucina espressa, sana, pensata per i gusti e le esigenze dell’ospite: per festeggiare un compleanno o una ricorrenza, per organizzare una cena in famiglia o tra amici ad esempio per stare più tranquilli con i bambini, oppure per provare una nuova esperienza, "L’uovo in Frac" studia un menù su misura. Viene a casa o nel luogo scelto, dopo aver fatto la spesa da fornitori di fiducia, prepara i piatti, serve gli ospiti, sparecchia e ripulisce la cucina. È una formula che all’estero e nelle grandi città funziona moltissimo anche per organizzare eventi aziendali o incontri di lavoro riservati. Non è in competizione con la ristorazione tradizionale, si tratta di un’esperienza diversa che in questo momento più che mai può essere apprezzata, per stare a casa con i propri cari in sicurezza senza rinunciare a qualcosa di particolare che soddisfi il palato.

LUOVOinFRAC_P.Lorenzon_03-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un personal chef può essere coinvolto non solo per le occasioni speciali ma anche per i pasti di tutti i giorni, preparando dei piatti sani e genuini per la settimana (porzionati in frigo o in congelatore) da mangiare a casa o portare al lavoro. È una soluzione anche per le aziende, non solo per organizzare eventi in sede ma anche per la quotidianità dei collaboratori in questa fase in cui l’accesso a bar/ristoranti per la pausa pranzo è più complicato. L’idea di Pietro racconta la sua attenzione per la materia prima, la ricerca dei produttori, l’interesse per la tradizione e la curiosità per i nuovi sapori. Per chi ha un B&B o uno spazio ricettivo, collaborare con una figura come questa può essere un modo per offrire ai propri ospiti una proposta unica, in un concetto di turismo esperienziale: ad esempio cucinare insieme dopo averli accompagnati alla ricerca di prodotti tipici o godersi una buona bottiglia acquistata direttamente dal produttore dopo una bella gita per esplorare il territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Trovato morto in strada: il sorriso di Alessandro si spegne a 32 anni

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento