Suoni di Marca: ci saranno anche i Tre allegri ragazzi morti

Appuntamento a domenica 28 luglio a Treviso con l’inedito disco “Sindacato dei Sogni” e le tracce più amate del trio pordenonese. Un altro grande concerto a ingresso gratuito

Suoni di Marca Festival punta i fari sui Tre Allegri Ragazzi Morti, per rinfrescare la serata di domenica 28 luglio con un ritmo tutto italiano e particolare. Il celebre gruppo pordenonese sarà per la terza volta ospite al Festival della Marca Trevigiana, in tour con il nuovo album 'Sindacato dei sogni' e riproporrà le tracce più belle ed amate degli ultimi tempi. 

Il disco arriva a tre anni dal precedente ‘Inumani' ed è pubblicato da La Tempesta, l’etichetta indipendente fondata dai Tre allegri nel 2000. Con un omaggio già nel titolo al rock psichedelico (sindacato dei sogni è la traduzione di The Dream Syndicate, il gruppo californiano esponente del movimento musicale paisley underground), il nuovo disco dei Tre allegri contiene molte dolcissime novità.
Uscito a febbraio, l’album rimette al centro del sound l’incontro musicale tra Davide Toffolo (chitarra e voce), Luca Masseroni (batteria) ed Enrico Molteni (basso). Prodotto assieme a Matt Bordin (Mojomatics, Squadra Omega) ’Sindacato dei sogni' è stato suonato con strumenti preziosi e registrato dai tre di Pordenone, affiancati da Andrea Maglia, in alcune sessioni estive all’Outside Inside Studio, sul bordo del collinare del Montello, vicino a Montebelluna. I Tre allegri ragazzi morti hanno attraversato generi ed ispirazioni diverse. Dal punk rock naif delle origini, al reggae, alla cumbia, mantenendo sempre una forte riconoscibilità e poetica. Conosciuti per le loro performance mascherate e per i loro live di rock essenziale, Tre allegri ragazzi morti sono considerati uno dei pilastri della scena punk rock alternativa italiana fin dalla loro formazione, nel 1994. Nati sotto la guida del celebre fumettista Davide Toffolo, la band è formata dal batterista e membro originario Luca Masseroni e dal bassista Enrico Molteni, aggiuntosi alla band per il primo album ufficiale “Piccolo intervento a vivo” (1997 BMG/Ricordi), preceduto dagli auto-prodotti su audiocassetta “Mondo naïf” (1994), “Allegro pogo morto“ (1995) e “Si parte” (1996). Hanno dato senso alla parola indipendente, pubblicando con l’etichetta La Tempesta Dischi, la più significativa musica degli ultimi 20 anni: Le luci della centrale elettrica, The Zen Circus, Il pan del diavolo, Popolous, Cacao Mental, Maria Antonietta, Mellow Mood, solo per citarne alcuni. Dietro alle maschere a forma di teschio, divenute il simbolo dell'immaginario evocato dai testi e dai concerti, si nasconde un gruppo che si distingue nel panorama musicale italiano grazie ad un particolare rock alternativo, con richiami a musiche e testi prettamente punk, influenze blues e indie rock statunitensi. La band inoltre si caratterizza e si esprime in due dimensioni parallele: quella del gruppo rock e quella che attiene al mondo della pura immagine nel fumetto “Cinque allegri ragazzi morti”, creatura di Toffolo, disegnatore per la Marvel.

I Tre Allegri Ragazzi Morti vanno ad aggiungersi al già ricco cartellone di Suoni di Marca assieme a Village People, Omar Pedrini, Ex-Otago, Max Gazzè, Alan Sorrenti, Alberto Fortis, Nada, La Rappresentante di Lista, Eugenio Bennato, Anna Calvi, Eugenio Finardi e Bandabardò. Gli artisti da annunciare sono ancora molti per il festival più lungo dell'estate ad ingresso gratuito in Italia, Patrocinato dal Comune di Treviso, dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Treviso e sostenuto dalla Camera di Commercio di Treviso, che si terrà dal 19 luglio al 4 agosto sui Bastioni delle Mura storiche cittadine. La manifestazione offre tre palchi, un percorso enogastronomico, sezioni espositive, babysitting ed aree relax, nel cuore verde della città di Treviso con un intrattenimento destinato a un’audience eterogenea che avvicenda la presenza di giovani, meno giovani e famiglie, in fasce orarie tendenzialmente alterne, dal tardo pomeriggio a notte fonda, nella consolidata location delle Mura rinascimentali di Treviso nell'area compresa tra Porta SS. Quaranta e Porta Caccianiga,  facile da raggiungere in  pochi minuti a piedi da ogni parte della città.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento