Nel mese di novembre il cinema a Treviso e provincia con i film a tre euro

Ricca la programmazione cinematografica del primo appuntamento di martedì 5 novembre

Tutto il mio folle amore, una scena del film

Dopo il grande successo nei mesi di marzo e maggio, tornano nelle sale cinematografiche di Treviso e provincia a partire da martedì 5 novembre gli appuntamenti con la rassegna “La Regione del Veneto per il cinema di qualità - La Regione ti porta al cinema con tre euro - I martedì al cinema”, progetto pluriennale organizzato dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, Regione del Veneto.

Tutti i martedì del mese di novembre, l’iniziativa consentirà agli appassionati di cinema, recandosi nelle sale aderenti, di godere della visione di opere d’autore, spesso alternative ai grandi circuiti commerciali, che verranno proiettate al costo ridotto di tre euro. Il progetto ha fra i suoi obiettivi la promozione della cultura cinematografica e del cinema d’autore attraverso la valorizzazione delle sale d’essai del Veneto e si inserisce in un quadro più generale di azioni a sostegno dello spettacolo. Un modo concreto per favorire la visione di opere di qualità e creare, soprattutto nei giovani, l’abitudine ad andare al cinema durante tutta la settimana. Ricca la programmazione cinematografica del primo appuntamento di martedì 5 novembre.

In città, il Multisala Corso propone, alle 17.30 e alle 20.30, la visione de “L'uomo del labirinto” (Thriller - Italia, 2019, 130’) di Donato Carrisi. Il film racconta la storia di Samnatha Andretti, una ragazza rapita mentre si recava a scuola durante una mattina di inverno. L'investigatore privato Bruno Genko viene incaricato dalla famiglia di ritrovare la figlia, ma ogni tentativo è sembrato invano. Quindici anni dopo la ragazza si risveglia in un letto d'ospedale, è cosciente, ma non ricorda dove ha trascorso l'ultimo periodo, né dove è stata o cosa le è accaduto. Insieme a lei c'è un profiler, il dottor Green, con il compito di sostenerla e aiutarla a recuperare la memoria così da riuscire a individuare e catturare chi l'ha tenuta prigioniera negli ultimi anni. La caccia al mostro, però, non avverrà nel mondo reale, come una comune indagine, ma nella mente della ragazza.

Punta sulla commedia il Multisala Edera dove troviamo, alle 17.40, 20.15 e 22.15, “L'ospite” (Italia, Francia, 2018, 94’) di Duccio Chiarini. Guido pensava di avere una vita tranquilla fino a quando, in un pomeriggio d’inverno, un imprevisto sotto alle lenzuola non arriva a turbare la sua relazione con la fidanzata Chiara. Diretti in farmacia per comprare la pillola del giorno dopo, Guido le propone di non prenderla e Chiara si trova costretta a confessare i suoi recenti dubbi sul loro rapporto. È l’inizio della crisi e Guido è presto costretto a fare le valigie e ad andarsene di casa, ma per andare dove? Incapace di stare da solo, chiede ospitalità nelle case dei genitori e degli amici più cari trovandosi a naufragare da un divano all’altro nell’insolito ruolo di testimone delle loro vite e dei loro grovigli amorosi.

In provincia, il Cinema Cristallo di Oderzo offre la visione alle 20.00 e alle 22.00 di “Mio fratello rincorre i dinosauri” (Commedia, Italia, 2019, 101’) di Stefano Cipani. Jack ha sempre desiderato un fratellino con cui giocare. Quando nasce Gio, i suoi genitori gli raccontano che avrebbe avuto un fratello “speciale”. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratello ha la sindrome di Down e questo per lui inizia a diventare un problema tanto da spingerlo nascondere la sua esistenza ai suoi nuovi amici del liceo e alla ragazza di cui è innamorato.

Al Multisala Verdi di Vittorio Veneto (ore 17.30 e 20.00) e al Multisala Manzoni di Paese (ore 20.30) si proietta invece “Tutto il mio folle amore” (Drammatico, Italia, 2019, 97’) di Gabriele Salvatores. Sono passati sedici anni dal giorno in cui Vincent è nato e non sono stati sedici anni facili per nessuno. Né per Vincent, immerso in un mondo tutto suo, né per sua madre Elena e per il suo compagno Mario, che lo ha adottato. Willi, che voleva fare il cantante, senza orario e senza bandiera, è il padre naturale del ragazzo e una sera qualsiasi.

Ogni settimana sarà possibile verificare quali opere sono in programmazione sul sito www.agistriveneto.it, sulla pagina facebook @agis.trevenezie e attraverso l’applicazione per smartphone e tablet APP al Cinema. Il costo del biglietto è di 3 euro. Nel caso di Multisala verificare preventivamente quali proiezioni sono a 3 euro. La prenotazione dei posti è facoltà riservata alla gestione della sala. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento