RE.USE chiude con più di 26mila visitatori

L’esposizione d’arte che ha portato in città nomi noti internazionali del panorama artistico come Marcel Duchamp, Man Ray, Piero Manzoni, Michelangelo Pistoletto, Alberto Burri, Christo, Mimmo Rotella, Tony Cragg e Damien Hirst

Donazione ai Musei Civici di Treviso per il restauro di un’opera d’arte

Obiettivo raggiunto… e superato! RE.USE, la mostra d’arte contemporanea organizzata da TRA Treviso Ricerca Arte, chiude con un totale di oltre 26mila visitatori transitanti durante tutto il periodo della mostra (27 ottobre - 10 febbraio) nelle tre diverse sedi espositive coinvolte nel progetto: Museo di Santa Caterina, Piano Nobile di Ca’ dei Ricchi e Museo Casa Robegan. «Abbiamo superato il nostro obiettivo e siamo davvero molto felici del risultato finale»: si conclude con le parole del Presidente TRA, Roberto Cortellazzo Wiel, la mostra d’arte contemporanea RE.USE - scarti, oggetti, ecologia nell’arte contemporanea che dallo scorso 27 ottobre fino a ieri ha popolato tre diverse sedi espositive del centro di Treviso. L’esposizione d’arte che ha portato in città nomi noti internazionali del panorama artistico come Marcel Duchamp, Man Ray, Piero Manzoni, Michelangelo Pistoletto, Alberto Burri, Christo, Mimmo Rotella, Tony Cragg e Damien Hirst dal suo inizio a ieri, ha accolto in città più di 26.000 visitatori, superando l’obiettivo iniziale che l’organizzazione TRA Treviso Ricerca Arte si era posta. «Sono state 132 le visite guidate direttamente organizzate da TRA -spiega Sabrina Comin, responsabile di TRA e della mostra intera- abbiamo avuto più di 300 articoli e recensioni raccolte, 38 partner coinvolti nel progetto e 45 eventi collaterali organizzati attorno alla mostra». 

La raccolta fondi e gli incassi ai Musei Civici di Treviso. Il progetto RE.USE, grazie alla collaborazione con Cracking Art e al sostegno dei diversi partner commerciali della città che, aderenti al progetto, hanno sostenuto la vendita benefica delle rane create dalla famosa collezione di opere colorate costruite con la plastica rigenerata, è riuscita a raccogliere fondi per 2.500 euro che, come anticipato alle origini, andranno ai Musei Civici di Treviso per il restauro di un’opera d’arte. Nelle casse degli stessi Musei, inoltre, grazie ai biglietti strappati per la visita alla mostra d’arte RE.USE, sono stati raccolti 22mila euro. «I dati sono davvero positivi»: spiega il Direttore dei Musei Civici di Treviso Emilio Lippi, che non nega di essere stato titubante al momento di presentazione del progetto, che esso stesso un po’ scoraggiava. «Ora sono onorato di poter dire che la scommessa, nata molto tempo fa, con oggi si conclude e si vince, frutto di un’ambizione unica coagulata in un valoroso progetto». Presente per l’occasione anche l’Assessore alle politiche sui beni culturali Lavinia Colonna Preti che non nasconde la volontà di perseguire la collaborazione con TRA e l’onore di aver accolto in città una mostra così di valore e dagli ottimi risultati raggiunti. «Se ne è parlato in tutta Italia»: spiega in curatore Valerio Dehò raccontando l’impegno messo da tutti per portare a termine un progetto così ambizioso e, appunto, impegnativo. «Le mostre -prosegue Dehò- non hanno successo per un solo elemento bensì per un lavoro di squadra».

«È stato un grande sforzo ma comunque ripagato. Un’iniziativa volta a fare una verifica di una possibilità che si è visto e dimostrato c’è e si può mettere in pratica: bisogna solo saperla sfruttare e implementare, in un modello che veda coinvolti tutti gli interlocutori in modo diverso»: conclude Roberto Cortellazzo Wiel, Presidente di TRA Treviso Ricerca Arte. RE.USE è un progetto ideato dall’Associazione TRA Treviso Ricerca Arte, realizzato in coorganizzazione con il Comune di Treviso e con la collaborazione dei Musei Civici di Treviso. Numerosi anche i Partner Istituzionali del progetto, quali Camera di Commercio, Confcommercio, Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, Coldiretti, Consorzio di Promozione turistica Marca Treviso, Assindustria Venetocentro e Contarina spa. La mostra ha ottenuto inoltre il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Regione Veneto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Furti tra le province di Treviso e Pordenone, sgominata banda di "topi d'appartamento"

  • Attualità

    Virus Chimaera, l'Ulss 2 attiva la task force: specialisti e linea telefonica dedicata

  • Attualità

    Ca' dei Carraresi è in vendita: annuncio shock di Fondazione Cassamarca

  • Cronaca

    Ladri svaligiano il campus dell'istituto Cerletti: bottino da un migliaio di euro

I più letti della settimana

  • Una vita da guerriera contro un male incurabile, muore a 34 anni

  • Tragico schianto all'alba: muore un 19enne, feriti due amici

  • Male incurabile: addio ad Alessandra, farmacista di Fiera

  • Fibrosi cistica incurabile: giovane trevigiana muore a soli 32 anni

  • Tragedia a San Valentino, dopo la morte della moglie si toglie la vita

  • Infarto fatale mentre lavora al computer, muore magazziniere 40enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento