Due donne trevigiane vincono l'attesa Tiramisù World Cup 2018

Per la ricetta originale la campionessa è Diletta Scandiuzzi di Treviso, mentre per la ricetta creativa la campionessa è Francesca Piovesana di Casier

Si è chiusa la Tiramisù World Cup 2018, tenutasi a Treviso e nelle colline del Prosecco dall’1 al 4 novembre. A trionfare nella finalissima che si è tenuta in piazza Borsa, per la ricetta originale è stata Diletta Scandiuzzi (34 anni), cantante lirica di Treviso, mentre per la ricetta creativa ha vinto Francesca Piovesana (44 anni), fisioterapista di Casier, che ha  aggiunto zenzero e cannella. E’ stata soprattutto una grandissima festa per tutti i partecipanti e per il folto pubblico che è accorso ad assistere alle gare, presso la Camera di Commercio.

Fra i sessanta semifinalisti che avevano superato le selezioni di Conegliano, Pieve di Soligo e Valdobbiadene, solo in sei erano giunti alla finalissima, rigorosamente tre per la ricetta originale e tre per quella creativa. Una sfida quasi tutta in rosa con cinque donne e un solo uomo a contendersi i due ambiti titoli di Campione del Mondo di Tiramisù 2018 e Campione del Mondo di Tiramisù creativo 2018. Increduli le vincitrici: «Mi pare di essere in un sogno - dice Diletta Scanziuzzi - E’ un hobby che mi ha portata fin qui, già essere arrivata in finale era una vittoria». «Mi sono divertita un sacco è un’emozione bellissima: ho partecipato per gioco ed è andata benissimo».

Ecco i nomi di coloro che si sono piazzati al secondo e al terzo posto: Moira Bardini di Ponzano Veneto, e Lisa Luison di Scorzé; per la ricetta creativa: Franco Norbiato di Spinea e Gioia Zaghini di Cesena. «Un grazie di cuore a tutti per questa incredibile edizione - dice Francesco Redi di Twissen, organizzatore della TWC - di questa esperienza, un pensiero va alle nostre terre bellunesi che stanno attraversando un periodo davvero difficile». La giuria finale era composta da Roberto “Loli” Linguanotto, “padre nobile” del Tiramisù, Andrea Ciccolella, Campione della TWC 2017, Matteo Berti, direttore didattico di ALMA (scuola voluta da Gualtiero Marchesi), Angelo Gala della FICGP, Dania Sartorato di FIPE, Federico Caner, assessore della Regione Veneto, Lavinia Colonna Preti, assessore del Comune di Treviso. A sorpresa, a loro si è aggiunto il signor Giuseppe Vicenzi, nipote di Matilde e presidente della azienda che porta tutt’ora il nome della sua fondatrice.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Voli dal Canova "scaricati" su Quinto: «Comune di Treviso scorretto e sleale»

  • Attualità

    Lavori urgenti agli svincoli in A4 e A27: deviazioni al traffico

  • Attualità

    Il conte Emo chiede scusa al Credito trevigiano: risarcimento da 40mila euro

  • Cronaca

    Un etto di marijuana in tasca, blitz della polizia locale ai giardinetti

I più letti della settimana

  • Tragedia alla "Agrifung", camionista muore schiacciato da un escavatore

  • Morto a 16 mesi mentre è ai Caraibi con i genitori: arriva il risarcimento

  • Trovato il corpo senza vita di Alex Gerolin

  • Autopsia sul piccolo Jerome, la famiglia nomina un medico no vax

  • Preside chiude la scuola, sindaco su tutte le furie: «La denuncio»

  • Oderzo: il sindaco cancella i festeggiamenti per il 25 aprile

Torna su
TrevisoToday è in caricamento