"Whisky Revolution Festival": a Castelfranco torna l'evento dedicato al re dei distillati

La seconda edizione riunirà oltre 250 marchi, 120 distillerie, ospiti internazionali, brand ambassador e gli importatori italiani con tutti i loro prodotti in vendita e degustazione

Torna Sabato 19 e Domenica 20 ottobre il "Whisky Revolution Festival", il più grande evento indipendente del Nordest dedicato al re dei distillati e pensato per un pubblico assolutamente trasversale, dagli appassionati ai professionisti, ma perfetto anche per chi vuole esplorare un mondo – e una filosofia – di assoluto fascino. Due giorni intensi con un unico filo conduttore, il viaggio, che parte da un dram – che per i non appassionati è la tradizionale misura del bicchiere in cui si serve il whisky – che altro non è che la prima goccia per esplorare un mondo intero. Lo faremo con due giorni intensi che racchiudono momenti pensati davvero per tutti: masterclass, convegni, incontri, eventi, workshop e intrattenimento, grazie alla presenza dei maggiori importatori, a imbottigliatori indipendenti, produttori e rappresentanti diretti delle distillerie per un totale di oltre 250 marchi in esposizione, vendita e degustazione.

VALENTINO “Mr MALTO” ZAGATTI – WHISKY & FRIENDS: la conferenza d’apertura

Tra gli ospiti più attesi di questa edizione c’è Valentino “Mr.Malto” Zagatti, memoria storica di assoluto rilievo perché tra i più importanti collezionisti al mondo di whisky, al quale si dedica dal 1960. Sabato 19 ottobre alle 15.30, con una conferenza d’apertura dei festival ci faremo raccontare come è nata la più grande collezione al mondo di Single Malt e brinderemo tra un aneddoto e l’altro con “una lacrima di whisky” (come dice lo stesso Valentino) durante un evento esclusivo. Moderatore della conferenza sarà Marco Zucchetti, referente italiano di ScotchWhisky.com

AREA EXPO, due giorni di apprendimento, confronto e degustazione

L’AREA EXPO verrà allestita all’interno delle ampie sale dell’Hotel Ristorante Fior ma saranno presenti, visto il grande successo riscosso la scorsa edizione, ampie zone all’aperto sfruttabili per degustare, incontrarsi, rilassarsi e condividere opinioni e contatti. Entrambe le giornate saranno dense di attività fra le quali spiccano le masterclass dove ospiti internazionali e/o Brand Ambassador presentano in degustazione le ultime novità delle distillerie, introducono i neofiti al mondo del whisky o approfondiscono nuove tematiche con gli addetti al settore. Consolidando il format sperimentato nella prima edizione tornano il "Salotto social", nel quale  giornalisti di settore, influencer e i più importanti blogger si alterneranno in talk, interviste e seminari a diretto contatto con il pubblico e con le aziende attraverso attività di tasting notes, degustazioni e piccoli eventi live sui social e sui canali del Festival.

COCKTAIL FIRST, i primi passi nel mondo del whisky

Il cocktail come primo step verso il mondo del whisky: anche quest’anno il cocktail bar sarà cuore pulsante del festival. Sarà creata una drink list di cocktail originali a base whisky – elaborata da Dario del Blend Whiskybar - per permettere anche ai neofiti di conoscere le proprietà, i sapori e le differenze dei vari whisky e whiskey in commercio. In programma anche masterclass e due special Guest Max Morandi (sabato) e Filippo Sisti (domenica).

WRF19 NIGHT, LA NOVITÀ DEL 2019

WRF9 invade il centro storico di Castelfranco Veneto: locali, ristoranti, attività commerciali e istituzioni saranno coinvolti in una serata itinerante dedicata alla cultura, alla storia e alla degustazione del Whisky in tutte le sue sfaccettature. Un’occasione ideale per avvicinarsi al distillato senza timori, approfittando di situazioni informali e conviviali valorizzate da contaminazioni con la cucina, l’illustrazione, la musica, il cocktail e molto altro. Il tutto nella cornice del centro storico di Castelfranco Veneto fra edifici storici, musei, negozi aperti fino a tardi in una atmosfera di festa a 360° dove mescolare intrattenimento, apprendimento e degustazione in un cocktail serale perfetto.

La partecipazione di locali, ristoranti e negozi si articola in diverse modalità, per dare al pubblico un’esperienza degustativa variegata. Grazie alla collaborazione con con TCBF, quindici vetrine in tutta Castelfranco si vestono a tema whisky grazie a quattro artisti italiani di primo piano, Cremona, Antiga, Campion e Pietrobon che saranno anche impegnati in show di liveart nei locali durante la Whisky Night e al festival presso il salotto degli artisti TCBF. Sarà possibile far disegnare e personalizzare dagli artisti le proprie bottiglie, i sample e le borse del Golden PASS e condividere con loro un dram.

Ogni partecipante del festival sarà dotato di un braccialetto e potrà fare il percorso a timbri lungo il percorso per aspirare ad un premio unico, un’opera numerata e firmata della collezione ALICE in WHISKYLAND di Federico Pietrobon.  Tredici locali abbracciano con entusiasmo il WRF proponendo cocktail e bottiglie in degustazione pensati per il festival. Tra questi ci sono Castelli in Aria, Borsa, Comaro, Eclectique, Maniscalco, English Way Pub, Club 27, Alchimista, Ostè, Blend ma l’elenco è destinato ad allungarsi. 10% di sconto indossando il braccialetto per la consumazione nei ristoranti Roma, Bastia Vecchia e I due Mori

Il FESTIVAL ON THE ROAD

In collaborazione con PUSH HARD il festival organizza la prima Whisky Ride italiana, una sgamabata mattutina di due ore in bici su strada dopo un caffè in compagnia per dedicarci anche all’attività fisica oltre che al buon bere come principio di uno stile di vita sano e soprattutto per condividere con un po’ di amici due passioni dopotutto non così lontane. Rientro in tempo per il brunch di apertura del festival. Il WRF sarà teatro anche dell’arrivo del Raduno di Vespe di tutti gli amici dei “vespisti resanesi” che con allegria e multicolori vespe cromate aggiungeranno un po’ di spirito POP al brunch di apertura della domenica. Durante l’arco di tutta la manifestazione i trasporti saranno facilitati per tutti nel collegamento dalla stazione dei treni al festival (circa 2 km a piedi).

IL WRF È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NAZIONALE PER IL SETTORE: I DATI DELLA PRIMA EDIZIONE

I bilancio 2018 è di 1200 visitatori unici, di cui il 35% professionisti, con un’età media sui 32 anni, provenienti da Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Austria, Croazia e Slovenia, con una percentuale di oltre il 25% di pubblico femminile.La fotografia scattata da Whisky Revolution Festival racconta di una comunità in crescita costante – specialmente di nuovi appassionati e sempre più preparati intenditori – e di un mercato in espansione per il whisky, sul fronte della grande distribuzione ma anche per le piccole realtà di ricerca ed eccellenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento