Sogno di vivere in campagna

Fattoria urbana, suburbana e rurale: qual è il tipo giusto per te

A volte la frenesia di vivere in città, diventa ingestibile e molti sognano di trasferirsi in una zona non necessariamente estrema ed isolata, ma semplicemente dove il verde è preponderante e gli spazi sono più dilatati e naturali.

Spesso la realtà pratica della fattoria rurale, non è così semplice come descritta nei propri desideri e sovente, le decisioni prese di impulso, magari sorrette da insofferenza cittadina, si rivelano un chiaro pentimento. Lasciare la vita urbana o suburbana, non è così rosea e semplice come possa sembrare. Quindi, prima di abbandonare le comodità della città e spostarti nel mezzo del nulla per vivere in fattoria, è necessario ponderare la decisione, considerando i pro e i contro di questi nuovi stili di vita.

La fattoria rurale

Quando si pensa alla fattoria, implica vivere in una zona rurale con abbastanza terra da diventare totalmente autosufficiente. Ci sono molti vantaggi nel fare e vivere la fattoria in questo modo. Eppure ci sono anche alcuni grandi svantaggi.

Pro della fattoria rurale

Accesso alla terra più economico

Le proprietà rurali, di solito constano di molta più terra a prezzi irrisori. Dal momento che non hanno servizi di lusso come l'acqua comunale, il prelievo dei rifiuti sul ciglio della strada e la rimozione delle acque reflue, tendono anche ad avere aliquote d'imposta sulla proprietà più basse. Ciò rende più facile permettersi queste proprietà e vivere autonomamente a contatto con la natura. E spesso si mira ad attrarre gli acquirenti, perché si possano rivalutare zone e quindi economia, di percorsi geografici meno battuti.

Maggiore capacità di autosufficienza

Maggiore è lo spazio di cui si può disporre (terra), più si ha modo di soddisfare le proprie necessità di base sulla proprietà. Si può disporre di abbastanza spazio per allevare tutto il bestiame di cui si ha bisogno per le singole esigenze proteiche (capre, pecore, maiali e bovini). Se si scegli per il bestiame giusto in base al paesaggio in cui è collocata la proprietà, i costi dei mangimi possono anche essere minimizzati, lasciando che gli animali si foraggino da soli.

La terra di cui si dispone, può inoltre soddisfare molte altre esigenze non alimentari, come la legna da ardere, acqua, fibre e forniture per la casa. Inoltre la caccia e il foraggiamento sono ulteriori possibili opzioni, per completare l'offerta di cibo.

Meno regolamenti legali

Se vuoi fare un grande orto nel tuo cortile, mettere su una recinzione, appendere un filo stendibiancheria, allevare alcuni maiali, tenere un gallo, prendere la pioggia, toccare una sorgente, scavare una cantina, costruire una dependance, mettersi a nudo all'aperto, bruciare il pacciame e altro ancora, sono cose che puoi fare in libertà, proprio perché in genere in zone rurali, i regolamenti sono meno stringenti.

Ispezioni più facili

Azione regolamentate, come l'aggiunta di uno stagno o la costruzione di una casa, sono spesso più facili da ottenere nelle aree rurali. Meno burocrazia e nessuna ordinanza cittadina da contestare. Nelle aree rurali, il contatto umano è il modo normale di fare affari. 

Opzioni off-grid

In genere, le proprietà rurali, non hanno accesso ai servizi come in città. Acqua corrente, elettricità, le acque reflue (spesso gestite dal proprietario, con una fossa settica ad esempio).

 come l'acqua pubblica. Possono o meno avere elettricità. Le acque reflue sono generalmente gestite dal proprietario, ad esempio con una fossa settica.

La mancanza di infrastrutture e collegamenti con i servizi pubblici, lascia più spazio per l'implementazione di sistemi idrici off-grid e altre soluzioni "verdi".

Se la tua proprietà non ha accesso all'elettricità, cose come turbine eoliche, pannelli solari, sistemi di riscaldamento a legna e / o a vapore e energia idroelettrica personale, sono meno controverse. Ciò rende più semplice ottenere l'approvazione, per aggiungere questi innovativi sistemi di alimentazione alla tua proprietà.

Contro della fattoria rurale

Meno servizi convenienti

Le aree rurali, spesso mancano di buona connessione a Internet. Il servizio cellulare può essere imprevedibile. Devi trasportare la tua spazzatura nelle aree preposte, si deve provvedere a lasciar liberi i passaggi e viabilità in autonomia, per evitare ad esempio dopo una tempesta di neve, di giacere bloccati in casa senza possibilità di uscita. In caso di emergenza, potrebbe essere più lunga l’attesa per essere raggiunti e così via.

Difficile da vendere

Se dopo un acquisto d’impulso, ci si rende conto che questo stile di vita non fa per noi, potrebbe essere non semplice vendere la proprietà. Le stesse forze di mercato che hanno reso economico l'acquisto della proprietà, renderanno difficile la vendita. Anche le proprietà valutate a ribasso, possono richiedere anni per essere vendute.

Isolamento

A volte la vita rurale, può sembrare piuttosto isolata. Andare in città, può essere un lavoro enorme. Visitare un vicino comporta spesso doversi spostare in macchina. 

Stigma rurale

C'è molta meno diversità nelle aree non popolate. Ciò porta a maggiori sospetti e ad una più lenta accettazione delle persone che non si adattano perfettamente allo stampo locale.

La fattoria suburbana

Prima di trasferirsi in campagna, valutare una soluzione che si pone nel mezzo, distante dal caso ma con un piede sempre nel vicino centro città: la fattoria suburbana o in periferia

Pro della fattoria suburbana

Accesso ai materiali di consumo

In un ambiente rurale, se si terminano scorte e materiali necessari allo svolgimento della ristrutturazione dell’immobile acquistato, può davvero determinare un problema e pianificare, magari per il giorno successivo, una corsa in città per approvvigionamenti. Nelle aree suburbane, in cui sono presenti numerosi negozi di ferramenta, articoli per la casa e altre forniture, è facile ottenere ciò di cui hai bisogno e tornare al lavoro. 

Molti prodotti di scarto

Nelle aree periferiche, è maggiore la probabilità di procurarsi prodotti utili per avviare attività casalinghe bio.

  • Aziende di torrefazione locali, cui chiedere gli scarti di caffè per poterli impiegare nella coltivazione propria di funghi.
  • Prelevare rifiuti organici dai ristoranti per nutrire i tuoi polli o per concimare il terreno
  • Ottieni cartone dai negozi per pacciamare il tuo mini-frutteto o nuove aree del giardino.
  • Raccogli le foglie indesiderate, per creare il pacciame da porre attorno le piante durante l’inverno. 
  • Recuperare assi di legno, tronchi recisi, rocce, per realizzare fai da te rialzi, per creare un pollaio, per un pergolato ad un mini-vigneto, decorare il tuo capanno per invasare e altro ancora.

Opportunità per fare soldi

Se vivi in ​​una zona di periferia, hai anche più potenziali clienti per i tuoi prodotti extra di proprietà. Ciò può aiutarti a ridurre i costi della tua fattoria e finanziare più progetti e promuover un'autosufficienza più rapida. Ad esempio, i tuoi vicini possono acquistare uova, erbe, verdure e progetti artigianali extra che realizzi. 

Opzioni zootecniche

Alcune aree suburbane, consentono l’allevamento di piccoli animali come polli, conigli o capre. Probabilmente anche avviare un piccolo progetto di apicoltura, tutto senza tediarsi e sottoporsi a troppe sfide normative.

Contro della fattoria suburbana

Regolamenti estetici

Le comunità suburbane pianificate e i complessi abitativi con le associazioni dei proprietari di case, spesso hanno requisiti estetici abbastanza rigidi. Ciò può far aumentare i costi e i tempi necessari per realizzare rifugi per bestiame. Può anche limitare le modalità attraverso cui pianificare il layout del giardino o delle aree destinate al bestiame.

Regolamento sulle infrastrutture

Le aree suburbane, spesso prevedono molte regole riguardo l'installazione di recinzioni, capannoni, tralicci, stufe a legna, stagni e altro ancora. Anche se non vi sono regolamenti depositate, la città specifica può riservarsi il diritto di prendere decisioni individuali per progetti non regolamentati. Questo a volte, può limitare ciò che puoi fare sulla tua proprietà o può significare una dilatazione sulle tempistiche, a causa di approvazioni o autorizzazioni da attendere, perché i progetti si realizzino.

Sfide per il prossimo

L'atto di proprietà, è intrinsecamente bello. Coltivare un giardino, allevare il proprio bestiame felice, risparmiare energia e altro ancora, fa bene al pianeta e alle anime delle persone. Eppure, non tutto apprezzano.

Il vicino che spruzza erbicidi per tenere il trifoglio fuori dal prato, potrebbe non amare il tuo approccio naturale. Bisogna considerare l’affrontare alcune sfide extra, quando vivi con accanto vicini intransigenti.

La fattoria urbana

In generale, le fattorie urbane sono le aree abitative più regolamentate. Nonostante le grandi sfide, è possibile realizzare una fattoria urbana.

Contro di fattoria urbana

Mancanza di terra

Il più grande svantaggio della proprietà urbana, è la mancanza di terra. Se si è fortunati, si potrebbe essere proprietari di una piccola annessione vere di pochissimi mt quadri.

Limiti all'autosufficienza

Alcuni abitanti delle città, non hanno nemmeno balconi o finestre. Chiaramente non sarai in grado di coltivare tutto il tuo cibo in un appartamento sacrificato, tuttavia, è possibile ancora sviluppare, con ingegno e creatività, una piccola produzione.

Pro della fattoria urbana

La sezione “pro”, è questa volta espressa in successione, l’intento è concludere con una nota positiva e incentivare e non abbattere la voglia di fare anche se tutto sembra suggerire il contrario, realizzando la tua speciale fattoria, anche se inserita in un contesto urbano.

Fattoria urbana autosufficiente

Nelle città, gli agricoltori urbani possono allevare conigli, polli, animali da cortile. I tetti possono essere trasformati in fattorie produttive e giardini di api. Gli spazi esterni dalle dimensioni ridotte, come balconi e terrazzi, usati per sviluppare dei giardini verticali.

Fobie urbane

In alcuni contesti urbani, può sembrare impossibile fare di più che conservare acqua extra e cibo in scatola sotto il letto per le emergenze. Eppure, ci sono sempre modi per coltivare in segreto. Puoi far germogliare le verdure sul tuo bancone. Far crescere un orto idroponico nel ripiano in cucina o sul davanzale. Acquistare gli ingredienti al mercato e preparare da zero le conserve: salse, marmellate, sciroppi, digestivi.

In conclusione, non è necessario trasferirsi in cima ad una montagna, per realizzare il tuo sogno bio; puoi farlo ovunque, l’unica cosa necessaria è la determinazione, e la creatività a sostegno dei tuoi sogni.

Non aspettare ancora, comincia ora!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pavimenti fantastici

  • Comprare casa a Treviso come scegliere l’immobile, il quartiere e il notaio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento