Boom di richieste per l'affidamento dei cuccioli maltrattati

E’ subissato di telefonate il canile sanitario di Ponzano dell’Azienda Ulss 9, dove sono stati ospitati i cuccioli salvati dalla Corpo Forestale

PONZANO - E’ subissato di telefonate il canile sanitario di Ponzano dell’Azienda Ulss 9, dove sono stati ospitati i cuccioli salvati dalla Corpo Forestale dello Stato con un recente sequestro. Oltre 100 telefonate di cittadini sono state oggi ricevute dai Servizi Veterinari con la richiesta di adozione di almeno una delle bestiole.

L’Azienda Ulss 9 fa presente che trattandosi di un sequestro penale, l’affidamento dei cuccioli deve avvenire secondo una modalità differente da quella utilizzata normalmente presso il suo canile sanitario. La corretta modalità di accesso alle prenotazioni è quella prevista  e definita nel sito del Corpo Forestale dello Stato del Friuli Venezia Giulia al link: http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/economia-imprese/agricoltura-foreste/foreste/FOGLIA201/FOGLIA_20102/#n0Su questo sito alla voce “Benessere animale” “Cuccioli sequestrati” è possibile scaricare i modelli di richiesta di affidamento per i cuccioli salvati il 17 dicembre scorso.

“L’attenzione verso questi cuccioli è stata veramente elevatissima – fa notare il dirigente veterinario Paolo Camerotto – per tutta la giornata le nostre linee sono state bollenti ed abbiamo dovuto indirizzare gli interessati verso la corretta procedura. E’ un fenomeno consolante anche se abbiamo notato che molti interessati erano attratti dalla notizia che erano tutti cani cuccioli e di razza. Questa è quindi un’occasione per ricordare che nella nostra struttura ci sono sempre cani che attendono una famiglia anche se non sempre giovani e di razza meticcia. Vale la pena pensarci. Solo l’anno scorso ne abbiamo dati in adozione circa 400”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento