Resana: minaccia sindaco con coltello per avere più soldi

Sabato un 53enne residente nelle case popolari di Resana è entrato in Municipio chiedendo di parlare con il sindaco Loris Mazzorato. Per essere più convincente ha puntato un coltello contro un'impiegata

Panico, sabato mattina, al Municipio di Resana. Un 53enne marocchino si è presentato agli uffici comunali armato di coltello, minacciando l'impiegata e il sindaco, Loris Mazzorato.

L'uomo, che risiede gratuitamente in un alloggio del Comune, pretendeva di essere ricevuto dal sindaco e ottenere maggiori contributi, ma il primo cittadino era impegnato.

Allora il 53enne, alterato e spazientito, ha tirato fuori da un borsone che aveva con sé un coltello da cucina lungo circa trenta e lo ha puntato contro un’impiegata che, in quel momento, passava lungo il corridoio.

Alla dipendente comunale l'uomo ha urlato che avrebbe fatto del male a Mazzorato, se non lo avesse ricevuto ed aiutato economicamente. L'impiegata, che non si è lasciata intimorire, ha approfittato di un momento di distrazione dell'uomo, che nel frattempo aveva riposto l'arma nel borsone, e lo ha preso nascondendolo nel proprio ufficio.

Tutto è finito per il meglio: il 53enne è stato rintracciato, più tardi, dai Carabinieri, che l’hanno denunciato per minacce e porto ingiustificato di arma da taglio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento