Trovato morto in strada: il sorriso di Alessandro si spegne a 32 anni

Alessandro Chiofalo di Conegliano è stato trovato senza vita giovedì mattina a Mestre. Indagini della polizia: si sospetta un'overdose fatale. La madre ha avuto un malore

Alessandro Chiofalo

E' di Alessandro Chiofalo il corpo del 32enne trovato morto giovedì mattina, 25 giugno, in un parcheggio nelle vicinanze del sottopasso di via Ca' Marcello, a Mestre, a pochi passi dalla stazione ferroviaria. Purtroppo, nonostante l'intervento dei soccorritori del Suem 118, per il 32enne non c'è stato nulla da fare. Al momento del ritrovamento, il cuore aveva già smesso di battere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai primi accertamenti della polizia, che ha eseguito un sopralluogo sul posto, si sospetta che la causa del decesso possa essere un'overdose. A poca distanza del corpo senza vita di Alessandro i soccorritori hanno trovato una siringa usata. Spetterà ora all'autopsia e all'esame tossicologico, disposti dalla Procura, confermare queste ipotesi e chiarire se e quali sostanze abbia assunto il 32enne. La notizia della morte di Alessandro ha lasciato sotto choc un'intera comunità: ex studente del Cerletti, aveva frequentato l'università di Biologia a Ferrara. La sua famiglia è originaria della provincia di Messina, dove Alessandro aveva lavorato in passato venendo conosciuto e apprezzato da molte persone. «Per noi in Sicilia eri "Alessandro Conegliano" - lo ricorda un amico sul suo profilo Facebook - Mi si è gelato il sangue quando ho saputo questa maledetta brutta notizia. Un amico cosi giovane volato in cielo, non ci sono parole». Quando la polizia, giovedì mattina, è andata a Conegliano per avvisare i genitori del decesso, la mamma Pina Rita è stata colpita da un malore ed è stato necessario l'intervento dell'ambulanza per soccorrerla. Alessandro lascia anche il papà Giovanni e il fratello Federico. La data dei funerali verrà fissata dopo l'esito dell'autopsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento