Treviso Calcio, spunta un nuovo acquirente: è l'imprenditore Alessio Sundas

Noto per aver provato ad acquistare la Fiorentina e per aver introdotto la figura delle "ombrelline" nel motomondiale, il manager sportivo ora vorrebbe rilanciare il club trevigiano

TREVISO Si auto-definisce manager, imprenditore (sua l'idea di introdurre in pista le ragazze che reggono gli ombrelli ai piloti prima della partenza del motomondiale) e procuratore sportivo. In passato ha già provato ad acquistare la Fiorentina e adesso, nel suo mirino, è finito il Treviso Calcio.

Alessio Sundas è un uomo che ha già vissuto decine di vite differenti, dall'esordio in televisione con Maurizio Costanzo a soli 19 anni, fino alle recenti trovate imprenditoriali con cui ha cercato di pubblicizzare la sua immagine nel mondo dello sport e dello spettacolo, ottenendo spesso risultati altalenanti. A pochi giorni dalla notizia dell'abbandono del progetto societario da parte del presidente Luca Visentin, Sundas ha deciso di candidarsi come suo successore ai vertici del club calcistico trevigiano. A suo dire "il Sindaco di Treviso ha avuto il coraggio e l’ambizione (a dispetto di tanti altri che stanno scappando alla prima difficoltà) di iniziare un grande progetto per la valorizzazione di una zona che sicuramente porterà lavoro e novità al capoluogo della Marca", riferendosi alla spinosa questione della gestione dello stadio Tenni. Prosegue Sundas: "Anche se in passato ho avuto degli scambi di opinione con Luca Visentin, ciò non significa che abbia qualcosa contro di lui, ma apprendere che il presidente è intenzionato a consegnare la squadra al sindaco lavandosi le mani alla prima salita, mi ha veramente deluso e colpito al cuore. Io per il Treviso calcio ci sarò sempre" sottolinea con orgoglio il manager sportivo che ha annunciato alla stampa la sua volontà di investire nel club per costruire una grande storia d’amore con il sostegno della calorosa tifoseria trevigiana. Sundas ha dichiarato di voler contattare nei prossimi giorni una grande bandiera dei tempi d’oro del Treviso calcio, per riportare la squadra, nel giro di alcuni anni, sul palcoscenico del calcio che conta. Che si tratti di un'offerta concreta o di una semplice trovata per ottenere un po' di visibilità anche nella Marca trevigiana? In città inizieranno a chiederselo in molti, staremo a vedere se il sedicente imprenditore manterrà le sue promesse nel corso delle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento