Meteo: torna lo stato di attenzione in tutto il Veneto, attese piogge e violenti temporali

Massima prudenza per tutta la giornata di sabato a causa di una nuova ondata di maltempo che dovrebbe colpire soprattutto le zone montane. Piogge e temporali violenti attesi anche in pianura

Tempo instabile e perturbato domani in Veneto, a partire dalle zone montane ma in progressiva estensione anche alla pianura. E così, a seguito delle previsioni meteo dell’Arpav, il Centro Funzionale decentrato della Protezione civile del Veneto ha diramato un nuovo stato di attenzione per possibile allerta idrogeologica, valido dalla mezzanotte di oggi sino alle ore 8 di domenica 20 agosto. Saranno possibili fenomeni localmente anche intensi, con forti rovesci, raffiche di vento e grandinate.

L’allerta per probabili criticità idrogeologica interessa il bacino dell’alto Piave e del Piave pedemontano, quelli dell’alto e basso Brenta, il Bacchiglione e l’Alpone, i bacini dell’Adige, Garda e monti Lessini. Problemi alla rete idraulica minore e alla rete fognaria si potrebbero, inoltre, verificare nei bacini del Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e basso Adige, in quelli del Sile, basso Piave, Livenza, Lemene e Tagliamento, nonché  nel bacino scolante della Laguna. Lo stato di attenzione è di livello ‘rinforzato’ per l’area di Borca di Cadore. Dopo le forti precipitazioni che nei giorni scorsi avevano devastato il litorale jesolano, la paura questa volta torna a spostarsi in montagna, ma piogge e temporali arriveranno anche nella nostra provincia. Gli esperti invitano tutti i cittadini alla massima prudenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento