Angeli con la coda per il sociale: quando il cane può fare la differenza

Quello che all'inizio era solo un Parco giochi per cani e famiglie ora è diventato il centro nevralgico di tutta una serie di attività

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L'Associazione Angeli con la coda, conosciuta nel territorio in particolar modo per i suoi metodi per educare cane e padrone a comunicare tra loro e con la società attraverso un percorso naturale, si sta dedicando anche ad alcuni interventi "fuori dal parco" per diffondere la sua filosofia di pensiero anche in tutte quelle strutture dove "normalmente" i cani non entrano.

Dopo il progetto "Vivere di cane" che li ha visti portare nelle scuole del territorio trevigiano i loro amici a 4 zampe per educare il bambino al rispetto e al dialogo con questi animali, un gruppo di associati tra cui Antonio Scalise (presidente ed educatore cinofilo) si sono presentati nella casa di riposo Guizzo-Marseille di Selva del Montello per far socializzare gli ospiti con i cani. Assistiti ed aiutati dal gentilissimo personale della struttura, gli angeli con la coda sono riusciti a strappare sorrisi grazie a più di dieci cani di diverse razze e dimensioni (labrador, dobermann, pastore belga, flat inglese, Akita Inu, meticci ecc ecc). L'attività, che si è protratta per circa 60 minuti, è stata strutturata in modo tale che gli ospiti della casa di riposo potessero avere tutti la possibilità di interagire con i cuccioli nonostante alcuni di loro avessero diverse tipologie di disabilità (alcuni di loro erano costretti in sedia a rotelle). La modalità di approccio scelta ha previsto una prima parte di "teoria" seguita dall'ingresso e dalla presentazione dei cani che, dopo un breve periodo di orientamento al guinzaglio, sono stati lasciati liberi di muoversi e di interagire con gli ospiti che li hanno accarezzati, coccolati e premiati con dei biscottini. Alla fine dell'ora di attività programmata è stata data la possibilità a tutti di fare una breve ma intensa passeggiata con il cane.

Nonostante fosse la prima volta in questo ambiente, cani e volontari si sono comportati nel migliore dei modi creando un'atmosfera che ha saputo regalare grandi emozioni a tutti i presenti. Positivo anche il feedback di alcuni visitatori che si sono complimentati per l'iniziativa diversa da quelle solitamente proposte. Speriamo inoltre che questo piccolo intervento possa essere il primo di una lunga serie.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento