homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Insegnante di Zero Branco scomparso, continuano le ricerche

Non si arrestano le ricerche di Angelo Barzan, il maestro di musica di Zero Branco scomparso il 3 gennaio. Poco distante dalla sua auto è stata ritrovata la sua sciarpa

Si continua a cercare nelle acque del Sile, ma finora non si ha traccia di Angelo Barzan, 47 anni. Mercoledì pomeriggio, tra le sterpaglie lungo la riva del fiume è stata rinvenuta la sciarpa nera dell’insegnante di musica, scomparso martedì pomeriggio.

Il ritrovamento è avvenuto a circa un chilometro di distanza dalla chiesa di Lughignano, dove Barzan ha lasciato la sua automobile, e costituisce per il momento l’unica novità nelle ricerche. La sciarpa è stata riconosciuta dai familiari dell’insegnante, che sono tornati a Lughignano.

Per le intere giornate di mercoledì e giovedì i sommozzatori dei Vigili del fuoco del Comando di Vicenza hanno scandagliato il fondale del fiume, nel tratto vicino all’area della parrocchia, palmo a palmo. Le unità cinofile dei Comandi di Belluno e Treviso, i Carabinieri, la Polizia locale e i volontari della Protezione civile hanno perlustrato la campagna circostante e le rive, tra villa Gabbianelli e villa Mantovani. Un’elicottero del nucleo regionale di Venezia ha sorvolato il Sile fino alle chiuse di Portegrandi e verso Caposile. Ma dell’uomo non è stata rinvenuta alcuna traccia.

Prima di uscire di casa, l’insegnante aveva manifestato alla compagna le proprie intenzioni suicide, lasciandole un biglietto, che la donna ha trovato al suo rientro. Negli ultimi tempi Barzan aveva dato segni di depressione, a quanto pare scatenata da problemi di natura economica. Particolare che desta molta preoccupazione nei familiari dell’insegnante, che temono che si sia gettano nelle acque del Sile per portare a compimento i propri disegni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Tamponamento tra due camion in A4, nel vicentino, gravissimo camionista trevigiano

    • Incidenti stradali

      Tamponamento a catena in A4, coinvolte sei auto e un autocarro: traffico in tilt

    • Cronaca

      Ca’ Foncello: una sala riservata per familiari e pazienti negli ultimi istanti di vita

    • Incidenti stradali

      Distratta dal navigatore non vede lo stop e finisce contro un bus della Mom

    I più letti della settimana

    • Incidente stradale a Falzè di Piave: scontro tra due auto, muore un ragazzo di 24 anni

    • Il maltempo piomba sulla Marca, pioggia, vento forte e grandine

    • Tragedia a Caorle, trovato un uomo morto in acqua. A Cavallino un turista rischia di annegare

    • Cadore-mare: perde il controllo dell'auto, distrugge un palo della luce e finisce fuori strada

    • Terrore sulla A28: camion esce di strada sul viadotto e finisce nella scarpata

    • Pianezze, ciclista precipita in un canale e scompare: trovato incastrato in un cespuglio

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento