menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Insegnante di Zero Branco scomparso, continuano le ricerche

Non si arrestano le ricerche di Angelo Barzan, il maestro di musica di Zero Branco scomparso il 3 gennaio. Poco distante dalla sua auto è stata ritrovata la sua sciarpa

Si continua a cercare nelle acque del Sile, ma finora non si ha traccia di Angelo Barzan, 47 anni. Mercoledì pomeriggio, tra le sterpaglie lungo la riva del fiume è stata rinvenuta la sciarpa nera dell’insegnante di musica, scomparso martedì pomeriggio.

Il ritrovamento è avvenuto a circa un chilometro di distanza dalla chiesa di Lughignano, dove Barzan ha lasciato la sua automobile, e costituisce per il momento l’unica novità nelle ricerche. La sciarpa è stata riconosciuta dai familiari dell’insegnante, che sono tornati a Lughignano.

Per le intere giornate di mercoledì e giovedì i sommozzatori dei Vigili del fuoco del Comando di Vicenza hanno scandagliato il fondale del fiume, nel tratto vicino all’area della parrocchia, palmo a palmo. Le unità cinofile dei Comandi di Belluno e Treviso, i Carabinieri, la Polizia locale e i volontari della Protezione civile hanno perlustrato la campagna circostante e le rive, tra villa Gabbianelli e villa Mantovani. Un’elicottero del nucleo regionale di Venezia ha sorvolato il Sile fino alle chiuse di Portegrandi e verso Caposile. Ma dell’uomo non è stata rinvenuta alcuna traccia.

Prima di uscire di casa, l’insegnante aveva manifestato alla compagna le proprie intenzioni suicide, lasciandole un biglietto, che la donna ha trovato al suo rientro. Negli ultimi tempi Barzan aveva dato segni di depressione, a quanto pare scatenata da problemi di natura economica. Particolare che desta molta preoccupazione nei familiari dell’insegnante, che temono che si sia gettano nelle acque del Sile per portare a compimento i propri disegni.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Incidenti stradali

      Malore alla guida, esce di strada con l'auto: 22enne in fin di vita

    • Cronaca

      Tragedia in Ghirada, militare della "De Dominicis" si uccide con un colpo di pistola

    • Cronaca

      "Nessun testimone": lo schianto mortale di Cornuda diventa un giallo

    • Cronaca

      Infarto fatale nel parcheggio della Zoppas Arena, muore una 39enne

    Torna su