Senza stipendio da sei mesi: scioperano i dipendenti di Antenna Tre

Oggi alle 12.30 è andato in onda l'ultimo tg. "Da oggi -comunicano i giornalisti- ci fermiamo nella speranza di poter contare sul sostegno e sulle vicinanza e comprensione dei telespettatori"

SAN BIAGIO DI CALLALTA "Caro direttore, la redazione compatta ha deciso che non ci sono più le condizioni per continuare a lavorare". E' l'incipit di una breve nota con cui il Cdr dei giornalisti di Antenna Tre ha oggi informato il direttore, Domenico Basso, che il telegiornale delle 12,30 di oggi sarà "l'ultima fatica" che la redazione affronterà. Nella stessa edizione, senza servizi audio e video, sarà letto un comunicato sindacale in cui si riferisce come, da un incontro con l'editore, Thomas Panto, e con l'amministratore di "Eu Regional Media", Roberto Paladin (ossia la società che aveva proposto l'affitto di un ramo d'azienda) si è avuta la dichiarazione di esubero di "oltre la metà dei 56 dipendenti". "Questo - si legge ancora - nonostante tutti gli impegni assunti in questi mesi di trattativa. I giornalisti stanno lavorando da sei mesi senza stipendio e il sacrificio non è più sostenibile. Da oggi - comunicano infine i giornalisti - ci fermiamo nella speranza di poter contare sul sostegno e sulle vicinanza e comprensione dei telespettatori".

Il comunicato sindacale. Telespettatori di Antennatre oggi questa edizione del nostro telegiornale va onda in forma ridotta e senza servizi audio video. In questi giorni vi stiamo abbiamo tenuti aggiornati sull'evolversi della situazione precaria dell'emittente per la quale dal 1° giugno scorso è stata presentata istanza di concordato preventivo. Ieri il Cdr e le Rsu hanno incontrato l'editore Thomas Panto e Roberto Paladin, legale rappresentante della società che ha sottoscritto il contratto di affitto di ramo d' azienda. L'annuncio dato è ferale. L'azienda ha comunicato l'esubero di oltre metà dei 56 dipendenti di Antennatre. Questo a sfregio di tutti gli impegni assunti in questi mesi di trattativa che il sindacato dei giornalisti insieme al corpo redazionale ha condotto con serietà e trasparenza a differenza della controparte. I giornalisti stanno lavorando da 6 mesi senza stipendio e il sacrificio che ci siamo assunti non è più sostenibile. Continuiamo a credere nel valore fondamentale intrinseco all'emittente in quanto presidio di informazione e voce del territorio ma, a questo punto, noi abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità. Da oggi perciò ci fermiamo nella speranza di poter contare sul vostro sostegno e sulla vostra vicinanza e comprensione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento