Zaia inaugura l'antica fiera di San Gregorio e ne elogia i volontari

"Una festa che rende omaggio alla fatica dei viticoltori e che ogni anno sposa tradizione e innovazione". Con queste parole il presidente della Regione ha inaugurato la celebre fiera

VALDOBBIADENE Ha preso il via a Valdobbiadene la nuova edizione della Fiera di San Gregorio. Un appuntamento che anche quest’anno ha visto la presenza di importanti autorità del territorio, a dimostrare la rilevanza di questo storico evento.

A tagliare il nastro della manifestazione, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia che ha ringraziato i volontari che portano avanti queste manifestazioni, sintesi perfette di tradizione e territorio. Inevitabile, dal cuore pulsante di Valdobbiadene, l’appunto di Zaia sulla candidatura Unesco “ho voluto con forza candidare i quindici comuni dell’area DOCG, siamo l’unica candidatura italiana in valutazione, abbiamo risposto alle osservazioni con un dossier frutto di dieci anni di lavoro. A giugno conosceremo l’esito - e continua- Gli accanimenti degli ultimi giorni non servono a nulla, i nostri produttori vanno difesi, vanno difese le nostre tipicità, i nostri territori che come vediamo oggi in piazza sono ricchi di qualità, esperienza, tradizione che permettono al Veneto di essere la regione più turistica d’Italia"

“Una fiera che sposa le tendenze portate avanti dall’amministrazione comunale - afferma Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene - continuiamo ad essere vicini ed attenti alle attività trainanti che danno valore al nostro territorio. Abbiamo, assieme alle Regione, snellito le pertiche burocratiche rivolte alle piccole aziende che potranno avvalersi del Manuale delle buone pratiche in sostituzione del piano HACCP, in modo che i nostri piccoli imprenditori del territorio possano rivolgere più attenzione ad altri aspetti come l’innovazione. Innovazione che in questi giorni si presenta a San Gregorio, che come sempre è un punto di riferimento per i produttori dell’area del Prosecco Superiore. È inoltre stato approvato un investimento di 1,5 milioni di euro per realizzare a Villa dei Cedri un museo del Paesaggio che renda omaggio al nostro territorio”

Nonostante la mattinata di pioggia la Fiera di San Gregorio ha registrato la pacifica invasione di Valdobbiadene, Circa 200 gli espositori presenti che, con una forte specializzazione in ambito di tecnologie e macchinari per la viticoltura, fanno di San Gregorio punto di riferimento per i produttori dell’area del Prosecco Superiore. E Villa dei Cedri, che insieme a piazza Marconi è cuore pulsante degli eventi, con la Cittadella dei Taglienti, le esposizioni d’arte e tante attrattive nel parco appena restaurato, si è anche trasformata in set fotografico d’eccezione, grazie alla grande cornice a forma di cuore dedicata a Valdobbiadene e alle migliaia di visitatori della fiera che hanno così potuto fotografarsi sullo sfondo della Villa. Per la prima volta, l’inaugurazione ufficiale ha visto anche la presentazione della Bottiglia della Confraternita di “Valdobbiadene DOCG 2017”, una delegazione impegnata nella promozione del territorio attraverso la valorizzazione delle pregiate bollicine DOCG.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

Torna su
TrevisoToday è in caricamento