"Sua nipote è stata arrestata, servono 4500 euro per liberarla": anziana truffata

La telefonata è giunta giovedì ad una 96enne trevigiana che ha consegnato il denaro al finto mediatore. L'episodio è stato denunciato ai carabinieri

TREVISO “Sua nipote ha avuto un incidente ed è stata arrestata: servono 4500 euro perché venga liberata”. Destinataria di questa telefonata da parte di uno sconosciuto truffatore una donna trevigiana di 96 anni che è purtroppo caduta nel tranello. L'anziana è stata raggiunta a casa da colui che si era fatto da mediatore per liberare la nipote e ha consegnato il denaro.

La 96enne ha scoperto di essere stata truffata solo poco dopo, quando ha scoperto che la parente era in realtà in buona salute e non era stata ovviamente arrestata. L'anziana ha sporto denuncia ai carabinieri di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento