Droga, arrestato "il chimico" conosciuto in mezza Europa

Arrestato l'ultimo componente di una banda che trafficava droga nel Trevigiano. Residente a Cimadolmo, l'uomo è stato fermato al valico Fernetti

Mancava solo lui all'appuntamento con la giustizia. E ieri i Carabinieri hanno stretto le manette ai polsi di S. B., quarantunenne albanese, soprannominato il “chimico” per la sua attività all'interno di una banda dedita allo spaccio della droga nella marca.

Lui aveva il compito di confezionare e tagliare le dosi di cocaina da smerciare. L'uomo stava raggiungendo un appartamento di Cimadolmo, la base della
banda albanese. È stato arrestato al valico Fernetti ed ora si trova in carcere a Trieste.

La sua attività era conosciuta dalle Forze dell'ordine di mezza Europa, visti i suoi continui spostamenti al servizio di diverse organizzazioni malavitose. Con il suo arresto si può dire conclusa l'indagine iniziata a giugno scorso da parte del nucleo operativo dei Carabinieri di Treviso e che aveva già portato agli arresti quattro componenti di una banda di albanesi, che tentavano di ritornare in Albania.

Allora in un appartamento di Cimadolmo furono trovati ventimila euro in contanti, sostanze per diluire la droga e una pressa idraulica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento