Autocombustione all'impianto di compostaggio: residenti esasperati

L'allarme è scattato nella tarda mattinata di sabato a Signoressa. A chiamare i vigili del fuoco e l'Arpav alcuni residenti preoccupati per un denso fumo nero proveniente dalla struttura

Il lontananza il fumo visibile dalle case della zona

Nella tarda mattinata di sabato un denso fumo nero e un odore alacre, provenienti dall'impianto di compostaggio di Contarina a Signoressa, hanno portato sul posto sia i vigili del fuoco che i tecnici dell'Arpav. A far scattare l'allarme, verso le ore 11, alcuni residenti della zona che, preoccupati per quanto vedevano in cielo e sentivano nell'aria, hanno subito contattato i soccorsi pensando fosse un incendio. Fortunatamente  si è trattato "solamente" di un episodio di autocombustione del compost presente nell'area da circa un mese, il secondo però in poche settimane. Tra i primi ad accorgersi di quanto stava succedendo sono stati i tecnici della struttura, i quali hanno evitato il peggio bagnando con l'acqua il compost e facendo aerare il silos di circa tre metri che lo conteneva, tanto che in breve si è diramata in cielo anche una densa nube di fumo nero.

"L'impianto, dopo il precedente episodio di autocombustione, è ancora in fase di esercizio provvisorio - racconta ai nostri microfoni un accorato Ruggero Feltrin, sindaco di Trevignano - e proprio per questo motivo i tecnici della struttura non si capacitano di quanto successo, anche perché il compost che ha preso fuoco era li da poco tempo. In ogni caso episodi simili non devono accadere, anche perché si creano delle situazioni di allarme e disagio a tutte le famiglie residenti nell'area. Va trovata una soluzione al più presto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento