Velox abbattuti, la rabbia del sindaco: "Non sono vandali ma delinquenti"

Nella notte di giovedì 20 settembre due autovelox sono stati divelti nella frazione di Colfrancui. Un gesto che ha fatto sicuramente arrabbiare il primo cittadino di Oderzo Maria Scardellato

ODERZO Non si tratterebbe solo di un gesto vandalico per il sindaco di Oderzo Maria Scardellato. Nella notte di giovedì 20 settembre due autovelox sono stati divelti nella frazione di Colfrancui - come riporta il Gazzettino di Treviso. I due dissuasori di velocità si trovavano uno in via San Pio X mentre l'atro era posizionato ina Fraine, e dopo essere stati abbattuti da ignoti sono stati rimossi dagli operai comunali, rimettendo in sicurezza carreggiata e marciapiede.

Un gesto che ha fatto sicuramente arrabbiare il primo cittadino: "Questi delinquenti possono togliere le colonnine ma noi continueremo a rimetterle. - afferma la Scardellato - Non è un vandalismo ma delinquenza. Mi dispiace anche perchè saremo tutti noi cittadini a pagare le spese per rimettere i nuovi box, che erano stati appena posizionati solo qualche mese fa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento