Avvocato denuncia un cliente per stalking a Montebelluna

Il legale si è costituito parte civile, chiedendo i danni morali per stalking, molestie e ingiurie a un suo ex cliente. Questi avrebbe perseguitato via sms e telefono l'avvocato che lo seguiva in una causa civile

Avvocato vittima di stalking da parte di un ex. Non si tratta di un amore finito, bensì di un cliente.

Presunto oggetto di persecuzione Simone Marian, che si è costituito parte civile e chiede un risarcimento per i danni morali subiti a un suo ex assistito, un 46enne di Riese Pio X.

Il processo si è aperto a Montebelluna e sarà aggiornato il prossimo 1 luglio. Il legale ha trascinato in tribunale l'ex cliente accusandolo di stalking, molestie e ingiurie.

Il 46enne, che nel 2010 era seguito dall'avvocato Marian in una causa civile presso il tribunale di Castelfranco Veneto, avrebbe letteralmente tormentato il suo legale, per motivi tutt'ora sconosciuti sia agli inquirenti che alla parte offesa, a colpi di sms e telefonate carichi di insulti.

Il cliente avrebbe accusato l'avvocato di truffa e di aver falsificato alcuni documenti e la firma di un giudice, minacciandolo di "stare attento a cosa faceva e a cosa scriveva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli atti persecutori del suo assistito avevano quindi spinto Marian a rinunciare al mandato per la causa civile in corso, ma il 46enne avrebbe continuato a tormentarlo con sms e telefonate mute. Di qui la denuncia alle autorità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

Torna su
TrevisoToday è in caricamento