Sacrestano di Montebelluna truffato da badante, spariti 300mila euro

Un 50enne di Montebelluna, sacrestano in parrocchia, è stato raggirato da una badante di 34 anni, che dal 2007 al 2012 si è fatta regalare 300mila euro riducendo l'uomo quasi sul lastrico

Sedotto e abbandonato, con il conto in banca prosciugato, un 50enne montebellunese ha visto scivolare via in quattro anni quasi 300mila euro. Destinazione: le tasche di una badante ucraina di 15 anni più giovane.

La disavventura dell'uomo, conosciuto in parrocchia dove fa anche il sacrestano, è iniziata nel 2007.

Sacrestano e badante si sarebbero conosciuti a Vicenza, dove la madre di lui era ricoverata in ospedale. Dopo un anno di incontri e sms, la donna si sarebbe rivolta al 50enne chiedendogli del denaro per pagare le bollette. A quel punto si sarebbe innescato il dissanguamento.

Le poche centinaia di euro sarebbero diventate migliaia e quando i soldi sborsati avrebbero raggiunto quota 300mila euro, l'uomo avrebbe cercato di darci un taglio, esasperato, minacciando la 34enne ucraina di fare del male alle sue figlie.

La donna lo avrebbe minacciato di trascinarlo in tribunale con l'accusa di pedopornografia e il 50enne, spaventato, avrebbe ripreso a foraggiarla fino a quando, allo stremo, ha trovato il coraggio di rivolgersi a un avvocato e, quindi, alla magistratura di Vicenza, dove sarebbe avvenuto il passaggio di denaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 50enne ha sporto denuncia per truffa, estorsione, violenza privata, stalking, minacce e ingiurie ed è stata aperta un'inchiesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Istruttore del Cai e lavoratore in cantina: Samuele muore a 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento