Mostra "Bellini e i belliniani": cinque opere restaurate dal Consorzio del prosecco docg

L'esposizione si terrà a Conegliano, a Palazzo Sarcinelli, dal 25 febbraio al 18 giugno 2017, ed è stata organizzata da Civita Tre Venezie. Dopo la mostra i dipinti saranno nuovamente esposti al pubblico presso l’Accademia dei Concordi

PIEVE DI SOLIGO Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, in occasione della mostra Bellini e i belliniani, dall’Accademia dei Concordi di Rovigo, che si terrà a Conegliano, Palazzo Sarcinelli, dal 25 febbraio al 18 giugno 2017, ha collaborato con Civita Tre Venezie, organizzatore della mostra, nell’ambito del restauro di cinque opere esposte al pubblico: Orazione nell’orto, olio su tela di Francesco Morone; Suonatrici di liuto, olio su tavola, di Bartolomeo Veneto; Adamo ed Eva, olio su tavola di Albrecht Dürer; Apollo e Dafne, olio su tavola, Pittore Veneto; Ritratto virile, olio su tela, modi di Palma il Vecchio. Grazie al sostegno del Consorzio le opere, terminata la mostra di Palazzo Sarcinelli a Conegliano, saranno nuovamente esposte al pubblico presso l’Accademia dei Concordi.

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg conferma ancora una volta il proprio interesse per il mondo dell’arte e muove un passo importante verso il supporto concreto alla conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico italiano. Per questa mostra infatti non ci si è limitati a finanziare l’evento ma si è intervenuti in modo permanente su opere che finalmente potranno lasciare il deposito dipinti dell’Accademia dei Concordi di Rovigo. L’intervento di restauro avvenuto grazie al sostegno del Consorzio è stato fondamentale per riportare allo stato originale i dettagli che restituiranno allo sguardo la nitidezza e la resa complessiva delle opere.

La mostra Bellini e belliniani, dall’Accademia dei Concorsi di Rovigo prosegue il lavoro di ricerca sulla pittura veneziana e veneta negli anni a cavallo del Quattrocento e Cinquecento. Negli anni scorsi, sempre a Conegliano erano state organizzate le mostre: un Cinquecento inquieto, nel 2014; Carpaccio, Vittore e Benedetto nel 2015; I Vivarini nel 2016.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa collaborazione del Consorzio con Civita Tre Venezie è coerente con l’impegno costante dimostrato sino ad ora a favore del patrimonio artistico italiano e della valorizzazione del proprio territorio, come testimonia la candidatura a Patrimonio dell’Umanità UNESCO del sito delle Colline del Conegliano Valdobbiadene, situate nel nordest d’Italia, a 50 km da Venezia e a 100 dalle Dolomiti. Il territorio del Conegliano Valdobbiadene è la culla naturale dell’arte italiana di fare spumante, dove da secoli si produce, grazie alla viticoltura fatta a mano lungo pendii ripidissimi, il Prosecco Superiore DOCG, un vino spumante ricco di profumi fruttati e di fiori freschi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Trovato morto in strada: il sorriso di Alessandro si spegne a 32 anni

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento