Blitz di Lotta Studentesca nella notte: presa di mira l'Anpi di Treviso

Ancora una volta gli studenti trevigiani militanti nell'organizzazione di LS hanno effettuato un blitz notturno, questa volta alla sede dei partigiani

Un'immagine del blitz notturno

TREVISO Blitz di Lotta Studentesca Treviso nella notte tra venerdì e sabato 25 aprile, nel quale è stato affisso uno striscione davanti alla sede dell'ANPI trevigiano recante la scritta “25 aprile festa degli italiani? Fuori Nato e americani!”, come monito per non festeggiare il giorno della Liberazione.

"Riteniamo che le celebrazioni del 25 aprile non siano né un momento di festa né un momento di gioia. Dal punto di vista storico, verità inconfutabili condannano l’operato del Comitato di Liberazione Nazionale e di altre organizzazioni filo-sovietiche, macchiatosi di stragi, eccidi e operazioni terroristiche. Dal punto di vista politico, invece, quel giorno rappresenta per il nostro Paese la sua consegna in mani straniere; non solo perché l’America ha installato sul nostro territorio decine di basi militari, ma anche per la forte influenza che l’intellighènzia americana esercita sulla nostra politica estera. 

Ad essere prese di mira dagli studenti affiliati a Forza Nuova sono le ultime guerre a cui l'Italia ha preso parte, secondo loro sempre e solo sotto l'egida degli Stati Uniti d'America con l'obiettivo di  destabilizzare i paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. "Per queste ragioni non possiamo che dissociarci da una festa ipocrita, che festeggia la perdita totale della sovranità e dell'indipendenza della nostra Nazione. L’Italia deve ritornare ad essere libera, sovrana ed indipendente, a partire dalla chiusura di tutte le basi Nato presenti sul territorio nazionale. Solo dopo averlo fatto, potremo definirci veramente liberi e sovrani" concludono i militanti di LS.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento