Caldaia malfunzionante, 37enne intossicata e ricoverata in ospedale

L'episodio nella serata di Santo Stefano a Caerano San Marco, in un appartamento di via del Termine. La donna, di origini marocchine, è stata trasportata da un'ambulanza del Suem 118 al pronto soccorso di Montebelluna

Una 37enne di origini marocchine, B.G., è stata soccorsa dal Suem 118, nella serata di Santo Stefano, per un malore dovuto ad un'intossicazione causata da inalazione di monossido di carbonio. La donna si trovava all'interno del suo appartamento, a Caerano San Marco in via del Termine. Sul posto, oltre ad una ambulanza del Suem 118, sono intervenuti, poco dopo le 21.30 circa, i vigili del fuoco. I pompieri hanno accertato che a provocare il malore, da cui la straniera è stata colta, sarebbe stato il malfunzionamento della caldaia installata nella propria abitazione. La 37enne è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Montebelluna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento