Tragedia di Caerano, ultraleggero precipitato per un'avaria tecnica

Il pubblico ministero ha annunciato che verranno effettuate delle verifiche sulla manutenzione dell'apparecchio. L'incidente aereo è costata la vita a Mario Ceccato, 70 anni, e Juri Bortoli, 47 anni

Il luogo in cui si è consumata la tragedia

Una avaria tecnica. Questa la causa del disastro aereo accaduto ieri sera intorno alle 20 a Caerano San Marco in cui hanno perso la vita Mario Ceccato, 70enne di Onigo di Pederobba e il 47enne Juri Bortoli, nato a in provincia di Vicenza ma residente a Pederobba.

Per il pubblico ministero Davide Romanelli, che ha aperto un fascicolo di indagine con l'ipotesi di omicidio colposo a carico di ignoti, ci sono pochi dubbi sul perché l'ultralegero pilotato dal 70enne (che lo aveva anche costruito) abbia perso quota e sia andato a schiantarsi suol tetto di una casa in via Giorgione poco dopo il decollo dal vicino campo di volo. E' stata una avaria a impedire al velivolo di prendere quota: resosi conto delle difficoltà il pilota, che era molto esperto, avrebbe virato per cercare di raggiungere nuovamente la pista oppure per cercare un atterraggio di fortuna su un campo aperto poco lontano. Il pubblico ministero ha annunciato che verranno effettuate delle verifiche sulla manutenzione dell'ultraleggero, che in passato sarebbe stata svolta da Ceccato. Esclusa invece l'autopsia ma sui corpi delle due vittime verranno in ogni caso svolti gli esami tossicologici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una folla per l'addio a Giulia, due famiglie unite nel dolore

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Magnesio: il segreto della vitalità

  • Palazzo restaurato, sulla facciata appaiono le immagini del Duce

Torna su
TrevisoToday è in caricamento