Incendio al centro sportivo di Cappella Maggiore, Zanoni: "Con l’amianto non si scherza"

Il consigliere regionale del PD attacca e interroga la Regione: "Sono stati avvisati i residenti, le scuole e gli eventuali siti sensibili?"

CAPPELLA MAGGIORE “L’incendio del tetto in eternit del centro sportivo di Cappella Maggiore è un fatto preoccupante: sicuramente si sarà verificata una dispersione delle fibre di amianto nell’ambiente circostante. Mi chiedo e chiedo alla giunta regionale quali attività sono state svolte dalle autorità sanitarie e dall’Arpav per evitare il rischio dell’inalazione da parte dei residenti di queste fibre”. Questo il commento del consigliere regionale del PD, Andrea Zanoni, in merito all’incendio, verificatosi ieri, sul tetto del Centro sportivo ex Couver tennis di Cappella Maggiore.  

Zanoni annuncia un’interrogazione sulla vicenda e aggiunge: “Mi chiedo poi quali protocolli per tutelare i cittadini vengono seguiti dalle Usll e dall’Arpav in caso di importanti incendi come questo, che ha causato una colonna di fumo visibile a chilometri di distanza. Sono stati avvisati i residenti, le scuole e gli eventuali siti sensibili? Ricordo che l’amianto provoca il mesotelioma pleurico, un cancro mortale che può manifestarsi anche dopo 20 o 30 anni dall’aver respirato queste fibre”.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Lega, è partita la corsa alla poltrona di Zaia

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento