Tenta di raggirare anziano con la "truffa dello specchietto": scoperto e denunciato

L'episodio il 10 marzo scorso a Cappella Maggiore. Un 75enne ha subito allertato i carabinieri costringendo alla fuga un 25enne catanese che aveva simulato il danneggiamento

Uno specchietto in frantumi

I carabinieri di Cordignano hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Treviso, per il reato di tentata truffa, R.A., 25 anni, originario di Locri e residente in provincia di Catania, nullafacente, pluripregiudicato, per furti. L’attività di indagine è iniziata lo scorso 10 marzo quando un 75enne di Sarmede ha presentato denuncia riferendo che quella mattina, mentre si trovava con la propria autovettura in Cappella Maggiore, era stato affiancato da un’Alfa Romeo 147 di colore nero targata DL643TF, guidata da R.A., che ha simulato un contatto tra le due autovetture con conseguente danneggiamento dello specchietto retrovisore. Alla richiesta del 25enne di un risarcimento in denaro l'anziano non si è fatto trarre in inganno e si è rifiutato di consegnare i soldi e chiamare il 112, facendo sì che il giovane siciliano se ne andasse via.

I dettagli forniti dal 75enne in merito al soggetto e alla tipologia della macchina, oltre ai riscontri attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona hanno permesso di risalire all’identificazione di R.A., che è stato denunciato per il reato di tentata truffa. Sempre R.A. era stato denunciato per lo stesso reato dai carabinieri di Cison di Valmarino lo scorso 6 marzo, quando tentò di mettere in atto, inutilmente, la stessa tipologia di truffa nei confronti di un automobilista a Vittorio Veneto, in Largo Porta Cadore.

Riguardo alla truffa mediante “tecnica dello specchietto”, la casistica ha fatto rilevare che la tipologia di vittime prediletta dai malintenzionati è costituita principalmente da persone anziane, pertanto si raccomanda di prestare attenzione e di non cedere mai alle richieste di risarcimento sul posto, quindi non consegnare mai denaro contante e chiamare sempre i numeri di emergenza per richiedere l’intervento delle forze di Polizia.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento