Pirata investe ciclista e scappa, identificato grazie ad uno specchietto

Denunciato per omissione di soccorso e lesioni un 40enne di Carbonera che stava rincasando alle 4.30 del mattino dopo una serata passata con gli amici. Indagine dei carabinieri del nucleo radiomobile

CARBONERA Omissione di soccorso e lesioni colpose: questi i reati per cui un 40enne di Carbonera è stato denunciato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Treviso. L'uomo, all'alba dello scorso 28 aprile, investì un ciclista e non si fermò a soccorrerlo. L'incidente era avvenuto alle 4.35 a Carbonera lungo strada Grande di Mignagola, sul cavalcavia della A27. L'automobilista, alla guida di una Audi A4 bianca, urtò, facendolo finire sull'asfalto, un 54enne di Treviso che stava raggiungendo il posto di lavoro in sella alla sua bicicletta. Il malcapitato ciclista, soccorso dal Suem 118, se la cavò fortunatamente con 15 giorni di prognosi. Ad incastrare il "pirata" sono stati alcuni pezzi persi dall'auto, in particolare uno specchietto e alcuni pezzi del paraurti. Attraverso i numeri di matricola dei componenti gli investigatori sono riusciti a risalire al responsabile dell'incidente e alla carrozzeria in cui erano state effettuate le riparazioni. Il 40enne, senza precedenti penali alle spalle, ha riferito di non essersi accorto di nulla: stava tornando a casa dopo una serata passata con gli amici e l'indomani, visti i danni al suo mezzo, ipotizzò di aver urtato un guard rail.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento