Cartacarboone 2017: a Treviso città si alza il sipario sulla quarta edizione del festival

Il festival letterario dell’autobiografia e dintorni si aprirà giovedì pomeriggio in centro al capoluogo. Ospiti della prima giornata Michele Mari, Tiziano Scarpa, Gian Antonio Stella, Paolo Possamai, Giandomenico Mazzocato, Chiara Rapaccini, Mariangela Gualtieri

TREVISO Il palcoscenico è pronto e il sipario si sta per alzare sulla quarta edizione di CartaCarbone. Il taglio del nastro ufficiale del festival dell’autobiografia e dintorni si terrà giovedì 12 ottobre alle 16.30 a Palazzo Rinaldi, alla presenza delle istituzioni e degli sponsor. A seguire, il via alla manifestazione con il primo incontro dedicato alla narrativa: alle 17, sempre a Palazzo Rinaldi, l’autore che aprirà questa edizione 2017 del festival sarà lo scrittore trevigiano Giandomenico Mazzocato che, presentato dal giornalista Andrea Passerini, porterà all’attenzione del pubblico il suo “Il castrato di Vivaldi”.

Ancora alle 17, ma al chiostro dell’ex Umberto I, Paola Bellin presenterà la mostra (Re)Fusioni “Un click di parole”, a cura di Monica Conserotti e Andrea Magno. L’inaugurazione della kermesse artistica sarà anche l’occasione per la presentazione del libro di poesie “Da qui ho un posto comodo” di Andrea Magno. Accompagnamento con musiche e voci di Daniela Del Ponte, arrangiamenti di Marco Colombo, danze di Roberta Belluco, coreografia di Angela Lattanzio. Alle 18 a TRA – Ca’ dei Ricchi il primo appuntamento dedicato alla narrativa autobiografica. Daniela Rossi presenta Chiara Rapaccini e il suo “Baires”, libro che narra la perdita di sé e le conseguenti disavventure di una donna tra Buenos Aires e Roma.

Alle 18.30 ai musei civici di Santa Caterina ancora narrativa autobiografica con uno degli autori più attesi di quest’anno, Michele Mari. Lo scrittore – che presenterà il suo “Leggenda privata” – sarà accompagnato nell’incontro nientemeno che da Tiziano Scarpa. Mari per la prima volta nella sua carriera di scrittore passa al microscopio i tasselli di un’intera esistenza, la sua, regalando al pubblico dei lettori un romanzo di formazione geniale, giocoso e serissimo. Un atto di coerenza verso le ragioni più esose della letteratura.

Alle 19.30 alla Loggia dei Cavalieri andrà in scena “La mia casa di campagna”, spettacolo con ingresso a biglietto organizzato in collaborazione con Salotto Musicale. Tratto dal romanzo di Giovanni Comisso, lo spettacolo nasce da un’idea di Gino Torresan ed è un viaggio alla riscoperta di casoni, rustici e barchesse, architetture venete minori attraverso la lettura di brani interpretati da Fanny Granzotto, Laura Berton e Simona Guardati. I momenti di lettura saranno alternati a proiezioni e “cante” popolari dell’epoca con il coro di “Stramare” diretto da Elena Filini.

Alle 20.30 ai musei civici di Santa Caterina la prima tavola rotonda della quarta edizione. Due i protagonisti, entrambi di grande valore nel panorama giornalistico italiano: Gian Antonio Stella, editorialista del Corriere della Sera e scrittore, e Paolo Possamai, direttore dei quotidiani veneti del Gruppo Espresso – La Repubblica. Titolo della serata “L’eterna lotta contro l’altro”, espressione di un razzismo che in qualche forma abbiamo dentro tutti, da sempre. Ma non è detto che si tratti di un’idea che necessariamente si trasformi in xenofobia, in caccia al diverso.

Infine, alle 21.30 all’Auditorium Stefani è il momento della poesia. Protagonista di questo primo appuntamento del festival è Mariangela Gualtieri con “Bello Mondo”, in cui la poetessa e scrittrice recita versi che sono parole pacifiche e grate dette alla terra, al cielo e alle genti del mondo. Protagoniste di “Bello Mondo” sono la natura e le sue potenze arcaiche. Un “io” in ascolto delle minime venature di suono. E un “tu” al quale vengono rivolte parole d’amore, senza tuttavia trascurare la fatica del tenersi insieme.

Il prefestival  - Martedì pomeriggio alle 18 nella Sala Verde di Palazzo Rinaldi appuntamento con “Autobiografia di una città. Tre autori – Tre luoghi” con il sindaco di Treviso Giovanni Manildo e lo scrittore Giuliano Pasini. Mercoledì 11 ottobre alle 18 è invece in programma il secondo prefestival di questa edizione. A TRA - Ca’ dei Ricchi si terrà l’inaugurazione della mostra “iCartonauti: 84 carte”. Un allestimento con le illustrazioni della Scuola Internazionale di Sarmede selezionate dal gioco iCartonauti, creato appositamente per CartaCarbone. Alle 20 alla Loggia dei Cavalieri sarà possibile partecipare al gioco letterario da tavolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Pullman per la gita scolastica non a norma: sequestrati dalla polizia stradale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento