Caseus Veneti 2017: pioggia di medaglie per i formaggi della Latteria Toniolo

L’azienda di Borso del Grappa ha conquistato due ori e quattro argenti, nelle categorie più combattute. Trionfo per Asiago Pressato Dop e Dolceselva, sul gradino più alto del podio

BORSO DEL GRAPPA Incetta di premi per i grandi formaggi veneti Toniolo al concorso Caseus Veneti 2017, manifestazione dedicata allo straordinario patrimonio caseario veneto, il 23 settembre a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (Pd). Sei i riconoscimenti, di cui ben due medaglie d’oro, conquistate nelle categorie più affollate e assegnate dalla prestigiosa giuria, composta da tecnici del settore: una per l’Asiago pressato Dop Toniolo e una, nella categoria dei formaggi latteria a pasta molle con crosta, per il Dolceselva Toniolo. “Si tratta di categorie fra le più combattute, che hanno visto in gara formaggi di grande valore e che, per questo, rendono ancora più grande la soddisfazione per i riconoscimenti ottenuti. Premi che si aggiungono a quello quotidiano, rappresentato dalle tante insegne che scelgono proprio questi prodotti per i loro assortimenti premium, anche a marchio proprio”, commenta Mauro Toniolo, titolare dell’azienda. 

Le quattro medaglie d’argento sono andate, invece, all’Asiago Mezzano, all’Asiago Vecchio, al Montasio Mezzano e al Selva Mezzano, tutti firmati Toniolo. I formaggi premiati, così come tutti quelli della gamma Toniolo, sono disponibili per banco taglio e anche per il libero servizio, grazie a un reparto di confezionamento all’avanguardia, in speciali packaging salvafreschezza, che mantengono inalterate le caratteristiche organolettiche uniche di questi prodotti. “Abbiamo realizzato pack pregiati, per i formaggi confezionati, che mettano ben in evidenza il prodotto e anche il nome del nostro caseificio, conferendo visibilità al brand Toniolo. Presidiamo in maniera importante il banco taglio della Grande distribuzione, dove i consumatori acquistano e riacquistano i nostri formaggi, premiandoli per le loro caratteristiche pur senza sapere, spesso, il nome del caseificio che li realizza perché nel banco servito tendono a perdere l’identità del produttore”, spiega Toniolo. E a breve ci sarà anche un’altra novità: i prodotti Toniolo saranno sul mercato anche in versione bio, con la gamma dei grandi formaggi Veneti Bio C’è, sempre per il libero servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste medaglie sono solo le ultime, in ordine di tempo, conquistate dai grandi formaggi Veneti Toniolo: “Sono davvero tanti i prestigiosi riconoscimenti vinti, negli ultimi anni, dai nostri formaggi. Premi che ci rendono orgogliosi, perché confermano ancora una volta l’assoluta eccellenza delle nostre produzioni tipiche, espressione del territorio della Pedemontana Veneta, cui dedichiamo, ogni giorno, amore e passione”, ha spiegato con soddisfazione Mauro Toniolo. Rendono queste medaglie ancora più importanti i numeri del concorso: ben 409 i formaggi in gara, prodotti da 78 diversi caseifici della Regione. Caseus Veneti, che si è tenuto il 23 e 24 settembre, è una manifestazione organizzata dai Consorzi di Tutela delle grandi Dop del Veneto (Grana Padano, Asiago, Montasio, Monte Veronese, Formaggio Piave, Provolone Valpadana, Casatella Trevigiana e Mozzarella Stg).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

  • Scivola e batte la testa dopo un volo di 13 metri: muore a 21 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento