Casa d'appuntamenti con ragazze cinesi, blitz dei carabinieri

Sequestrato un appartamento di Borgo Pieve a Castelfranco Veneto: a segnalare ai militari il viavai dei clienti sono stati alcuni residenti. Denunciata la maitresse, espulse due prostitute irregolari

CASTELFRANCO VENETO Scoperta e sequestrata dai carabinieri una casa d'appuntamenti in cui giovani e procaci ragazze cinesi vendevano il loro corpo. L'appartamento del sesso si trovava a Castelfranco in zona Borgo Pieve. Le indagini dei militari del nucleo radiomobile sono partite grazie alla segnalazione di alcuni residenti, stanchi del continuo viavai di clienti dall'abitazione.

Dopo alcune settimane di accertamenti è scattato il blitz dei carabinieri che ha portato a denunciare per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione una 43enne residente nel milanese, la maitresse del centro d'appuntamenti. Due prostitute cinesi di 33 e 38 anni, clandestine, sono state avviate all'espulsione. Sequestrato vario materiale "da lavoro" delle squillo oltre ai cellulari utilizzati per essere contattate dai clienti. Accertamenti saranno svolti anche nei confronti del proprietario dell'appartamento, un cittadino italiano che aveva affittato i locali alla maitresse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento