Camion danneggia la linea elettrica, treni in tilt tra Castelfranco e Cittadella

Rallentamenti fino a 60 minuti per otto treni regionali, e quattro limitati e un treno cancellato. Il danno alla linea elettrica ha provocato ritardi anche sulla linea Bassano–Mestre

CASTELFRANCO VENETO Circolazione sospesa questa mattina fra le 7.40 e le 13.15 fra Cittadella e Castelfranco Veneto, sulla linea Vicenza – Treviso. Un camion che ha danneggiato il sistema di alimentazione elettrica dei treni durante l’attraversamento di un passaggio a livello. Il mezzo non ha rispettato il Codice della Strada, le sue dimensioni infatti erano superiori alla sagoma limite prevista. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono intervenuti per riparare il danno e ripristinare le condizioni di sicurezza per la circolazione ferroviaria. Durante lo stop è stato attivato un servizio sostitutivo con autobus per garantire la mobilità. Gli effetti: rallentamenti fino a 60 minuti per otto treni regionali, e quattro limitati e un treno cancellato. Il danno alla linea elettrica ha provocato ritardi anche sulla linea Bassano – Venezia Mestre.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Con la moto si schianta contro un'auto, muore un 25enne

  • Cronaca

    Tragedia di Ferragosto: l'addio a Matteo Passarella e Ornella Pillot

  • Cronaca

    Compiano, condanna confermata dalla Cassazione: sequestrati 17 milioni

  • Attualità

    Sicurezza stradale, legge regionale opportunità per la Marca

I più letti della settimana

  • Velivolo tocca i cavi dell'alta tensione, si incendia e precipita: due morti carbonizzati

  • Con la moto si schianta contro un'auto, muore un 25enne

  • Valstagna, precipita da un sentiero, muore 28enne

  • Lutto al Duca degli Abruzzi: storico docente di educazione fisica muore a soli 62 anni

  • Dramma in montagna, precipita dal Cervino: muore alpinista trevigiano

  • Tragico schianto in moto, domani l'ultimo saluto a Michele Uliana

Torna su
TrevisoToday è in caricamento