Castello di Godego: sorprende i ladri in casa, spintonato e minacciato

La rapina era avvenuta lo scorso 4 dicembre. I carabinieri della stazione di Castelfranco sono riusciti ad identificare gli autori del gesto: due nomadi di 23 anni residenti a Santa Bona

CASTELLO DI GODEGO Sono due nomadi di 23 anni, residenti a Treviso, gli autori di una rapina messa a segno lo scorso 4 dicembre a Castello di Godego. I banditi, uno finito in cella e il complice denunciato, si erano resi protagonisti di un furto all'interno di un'abitazione. I malviventi, dopo aver fatto razzia di denaro e preziosi, hanno spintonato e minacciato il proprietario che li aveva sorpresi rientrando in casa. I nomadi, a volto scoperto, si sono poi dileguati a bordo di un'auto. Pensavano di averla fatta franca e per essere certi di ciò uno degli stranieri aveva pensato bene, per crearsi un alibi, di recarsi al pronto soccorso del Ca' Foncello di Treviso. Un tentativo che si è rivelato tanto maldestro quanto inutile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento