Top Radio chiude i battenti, il direttore editoriale: "Un'avventura indimenticabile"

Breve intervista a Nicola Zoppa, direttore editoriale dell'emittente opitergina costretta a chiudere le trasmissioni radio nei giorni scorsi. Il sito web resterà attivo

La sede dell'ex emittente opitergina

ODERZO La casella di posta è stracolma di tantissimi messaggi inviati da decine di ascoltatori increduli. Per molti è arrivata come un fulmine a ciel sereno la notizia che Top Radio avrebbe interrotto le sue trasmissioni alla fine di giugno.

zoppa-2Troppi problemi burocratici hanno portato la storica stazione radiofonica opitergina, nata con il nome di Radio Oderzo Centrale, a cedere le sue frequenze FM al gruppo Rtl. Una decisione che il direttore editoriale Nicola Zoppa (in foto, a lato) non ha certo preso a cuor leggero. A poche ore dalla fine delle trasmissioni l'abbiamo raggiunto telefonicamente per farci spiegare cos'è accaduto nelle ore da poco trascorse. "Il mio primo ricordo a Top Radio è di sicuro quello legato alla complessità del lavoro che mi stavo accingendo a fare. Appena arrivato ho capito subito che non sarei stato solo un semplice direttore editoriale, ma un tuttofare perennemente a disposizione dell'emittente per cui avevo il piacere di lavorare. Da giovani ci siamo arrampicati sui tralicci per installare le antenne e risolvere i vari problemi tecnici e pochi minuti dopo eravamo subito pronti a tornare in cabina di regia per stabilire l'ordine delle notizie da dare". "Adesso che le trasmissioni sono terminate penso di poter dire che Top Radio ha creato il format radiofonico del futuro" afferma Zoppa con grande sicurezza. "In un panorama in cui le grandi emittenti nazionali dominano incontrastate il mercato, la scommessa vinta dalla nostra emittente è stata quella di saper raccontare il territorio come nessun'altra emittente locale ha fatto. Nati e presenti in pianta stabile a Oderzo, abbiamo deciso con gli anni di espandarci nel territorio di Pordenone fino ai confini con la zona del veneziano. Una scelta che ci ha premiati visto che abbiamo sempre cercato di bilanciare la musica con le notizie dedicate al territorio. Siamo sempre partiti dal presupposto che la radio sia lo specchio di chi la trasmette e abbiamo cercato negli anni di non dimenticare quanto sia importante valorizzare la terra in cui si opera perché sarà sempre lei a regalarti le opportunità di crescita più importanti". E a chi gli chiede notizie sul futuro di Top Radio, Zoppa risponde così: "Di sicuro non diventeremo una web radio, realtà destinate a scomparire, a mio avviso, con il passare del tempo. Si è parlato molto di ritorno in auge delle frequenze AM ma io credo ancora nella potenza dell'FM quindi se dovessimo ripartire un giorno, sarà sempre da lì. Ci sono molti miei collaboratori straordinari che stanno ancora aspettando di sapere come verranno ricollocati. Per adesso le notizie che davamo in radio si potranno trovare sul nostro sito. Il resto, come diceva una famosa canzone, lo scopriremo solo vivendo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Dalla Rete

    "Self-service" della droga, appuntamento al cimitero e dose nei campi: arrestato

  • Cronaca

    Piazza dei Signori perde un pezzo di storia, Giunti chiude

  • Cronaca

    Incendio in abitazione, vigili del fuoco al lavoro tutta la notte

  • Cronaca

    Maserada: cortocircuito in casa e scoppia l'incendio

I più letti della settimana

  • Si suicida con il gas in auto: Pederobba piange un noto imprenditore locale

  • Tremendo schianto tra due auto a Volpago del Montello, tre feriti

  • Dramma a Istrana, cade in una canaletta e muore annegato

  • Amante diabolica, ricatto da 150mila euro al ricco imprenditore: "Dico tutto a tua moglie"

  • Manager stroncato da un infarto: la famiglia Benetton piange Vincenzo Scognamiglio

  • Cade a terra dopo l'incidente con lo scooter: 19enne portato in ospedale in elicottero

Torna su
TrevisoToday è in caricamento