Legato in un bosco e picchiato per vendetta: nei guai anche un'influencer trevigiana

Christina Bertevello, insieme al fidanzato e ad un amico, avrebbe partecipato all'organizzazione dell'aggressione ad un 18enne per estorcergli 800 euro

L'influencer trevigiana in una foto pubblicata sul suo account Instagram

Dev'essere proprio un brutto periodo per l'influencer trevigiana Christina Bertevello (da 600mila follower solo su Intagram), alias Badass su Youtube dove si diletta anche come cantante. La giovane 23enne, infatti, è stata sottoposta all'obbligo di firma presso gli uffici della polizia a seguito di uno spiacevole fatto che l'ha vista coinvolta, ossia un'aggressione ad un 18enne in un bosco di Gallarate (VA), zona in cui da tempo risiede. La blogger, come riportano i quotidiani nazionali, avrebbe difatti partecipato all'organizzazione di un'imboscata ai danni del diciottenne al fine di recuperare da lui la somma di 800 euro che in precedenza, con un inganno, lo stesso aveva fatto rubare da terzi al fidanzato della nota blogger.

Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Varese, la blogger, il fidanzato 22enne ed un amico marocchino di 24 anni, con una scusa avrebbero attirato il ragazzo in un bosco per poi legarlo ad un albero e prenderlo a bastonate per vendetta anche a causa di un debito pregresso. Per lei e per l'amico il giudice ha quindi disposto l'obbligo di firma, mentre il fidanzato è agli arresti domiciliari come anche la vittima del pestaggio. I reati a loro contestati sono quelli di rapina, estorsione, minaccia con armi e danneggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento