Inaugurazione con polemica a Cison: "Eccessivo il cachet ricevuto da Sgarbi"

Il noto critico d'arte aveva presenziato al taglio del nastro delle Case Marian, lo scorso 14 luglio. In consiglio comunale divampa la polemica dell'opposizione

CISON DI VALMARINO Cinquemila euro più iva: questo il cachet versato dal Comune di Cison di Valmarino al noto critico d'arte Vittorio Sgarbi per aver presenziato all'inaugurazione delle Case Marian, lo scorso 14 luglio. La notizia è emersa nel consiglio comunale che si è svolto mercoledì sera: a rendere pubblica la cifra con cui è stato pagato Sgarbi, giudicata eccessiva, è stato il consigliere d'opposizione Carlo Dalla Fontana (Laboratorio Cison). L'amministrazione si è giustificata asserendo che la presenza di Sgarbi ha assicurato visibilità all'evento e una partecipazione di un migliaio di persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento